Tu sei qui

News Prodotto, La storia di Morbidelli ora è un film

Jeffrey Zani ha firmato assieme a Matthew Gonzales la vita e le imprese di una grande-piccola Casa

Con quattro titoli mondiali e oltre dieci anni di corse trascorsi sfidando colossi del calibro di Yamaha e Kawasaki, la Morbidelli si è ritagliata un posto fra le leggende del motociclismo dimostrando a quali traguardi può ambire un gruppo di persone che aveva dalla sua talento e passione.

Sono proprio i piloti e i tecnici che hanno reso quello della Morbidelli un team unico e vincente a raccontare in un film, oggi, l'avventura che li ha portati da un piccolo retrobottega al tetto del mondo, durante un'era in cui il motociclismo era uno sport che non coinvolgeva solo talento e tecnica, ma anche rischio e sregolatezza.

Partiti sul finire degli anni Sessanta dalla passione di Giancarlo Morbidelli, industriale pesarese affetto dal virus dei motori da quando era ragazzino, i prototipi costruiti dal team hanno scalato una per una tutte le classi dalla 50 alla 500, raccogliendo quattro allori con Paolo Pileri, Pier Paolo Bianchi e Mario Lega. Prima e dopo ci sono state inoltre le imprese di Alberto Ieva, campione italiano nel 1971, di Gilberto Parlotti, scomparso in un tragico incidente al Tourist Trophy mentre guidava la classifica iridata della 125, e di Graziano Rossi, che ha regalato alla squadra tre vittorie in 250 e l'esordio nella classe regina mostrando lo stesso estro del figlio Valentino, capace di 9 titoli mondiali.

Oltre ai racconti dei piloti, fra i quali compare anche Eugenio Lazzarini, spazio a quelli dei tecnici e degli addetti ai lavori, con gli aneddoti dell'ingegner Jorg Moeller, di Giancarlo Cecchini, Franco Dionigi, Fermino Fraternali e Luciano Battisti, oltre all'immancabile Giancarlo Morbidelli. Firmato da Jeffrey Zani e Matthew Gonzales, il documentario è disponibile al prezzo di 13 euro (+ spese di spedizione) sul sito www.morbidellifilm.com.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti