Tu sei qui

Moto2, QP: Tito Rabat, Pole con rabbia

Mugello: Franco Morbidelli, ottavo, il migliore degli italiani

Le colline del Mugello regalano la Pole Position ad un Tito Rabat veloce quanto arrabbiato. L'aneddoto è di quelli da raccontare. Mancano sei minuti al termine delle prove ufficiali di qualificazione, e lo spagnolo si gira furioso al correntaio.

Dietro il portacolori Marc VDS, un cumulo di piloti che attendono la scia propizia. Una piccola parentesi in una giornata che lo ha visto assoluto protagonista. Nessun pilota è riuscito a mettere in dubbio la sua Pole Position, ferma sull'1'52.718, 183 millesimi di secondo meglio della sorpresa di giornata, rappresentata da Sam Lowes che porta in alto la Speed Up. Il portacolori di di Luca Boscoscuro ha chiuso qui al Mugello la sua miglior qualifica in carriera.

Terza piazza per un Sandro Cortese sempre più in forma dopo la caduta di Losail che lo aveva lasciato con una caviglia fratturata, e che ne aveva minato la prestazione. 197 i millesimi di ritardo dalla vetta per il tedesco, che precede il connazionale Jonas Folger.

Per il pilota AGR, il rammarico di una qualificazione che poteva essere migliore, rovinata da un lungo alla Bucine durante il suo ultimo tentativo utile. Quinta piazza per Dominique Aegerter (+0.375), che precede Luis Salom, sesto a +0.444. Ancora Spagna in seconda fila, con Jordi Torres che porta la propria Kalex in settima piazza, staccato di 449 millesimi dalla vetta.

L'ottava posizione sorride ai colori italiani, che vedono il nostro Franco Morbidelli conseguire la sua miglior qualifica della carriera. Il romano non era mai riuscito ad entrare nella top ten il sabato, tanto che il suo miglior piazzamento risultava il 14esimo posto a Le Mans. Un buon auspicio per la gara di domani. Il campione in carica della 600 Stock, è riuscito a mettersi dietro lo svizzero Luthi (+0.573) ed il portacolori Tech 3 Schrotter.

Undicesima posizione per Mika Kallio. Il vincitore di Jerez e Le Mans ha chiuso con un ritardo di 613 millesimi di secondo dalla vetta. Dodicesima piazza per la Caterham Suter sdi Johann Zarco che precede il secondo dei nostri rappresentanti, Mattia Pasini, 13esimo a +0.787 da Rabat. Sorprende la quattordicesima casella di Axel Pons, che precede Takaaki Nakagami, Maverick Vinales e Xavier Simeon, attesi protagonisti.

Protagonisti che hanno disatteso i pronostici, come Simone Corsi, solo 22esimo al termine delle prove di qualificazione, staccato di 1.520 secondi dalla vetta. Il romano del team Forward precede Lorenzo Baldassarri in 23esima piazza. Solo 30esimo Alex De Angelis.


Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti