Tu sei qui

MotoGP, Hayden si opera, obiettivo Montmeló

L'infiammazione al polso costringe l'americano a saltare il Mugello. "Tornerò presto"

Nicky Hayden ha la faccia di chi, dopo una lotta impari, è costretto a gettare la spugna. Il polso destro, infiammatosi a Jerez, non gli dà tregua. Peggio ancora, non si capisce esattamente il perché. Al Mugello è arrivato il KO tecnico, ma già Kentucky Kid scalpita per tornare sul ring.

"Ho provato a guidare ieri, ma avevo molto dolore e poca forza – ha detto l'americano – Non posso salire in moto in queste condizioni. Devo pensare a tornare in forma. Martedì mi sottoporrò ad un intervento".

Hayden si opererà in Italia "da qualche parte tra Bologna e Rimini" per restare vicino al circus del motomondiale con l'obiettivo dichiarato di tornare in sella il prima possibile, forse anche già a Barcellona, anche se i tempi del decorso non si possono stabilire fino a dopo l'operazione.

"Farò un'operazione in artroscopia, quindi spero di non restare fuori a lungo – ha aggiunto il pilota di Aspar – Il problema purtroppo non è chiaro. Mi ero già operato in novembre, senza complicazioni. A inizio stagione non ho accusato alcun dolore, poi all'improvviso nei test di Jerez ho avuto un'infiammazione. Mi ero rotto lo scafoide nel 2012, ed ho avuto problemi con l'allentamento delle viti, ma non si tratta di questo perché le ho tolte. I tessuti creano un ristagno di liquido che causa un notevole gonfiore".

Alla domanda se il team cercherà di sostituirlo a Barcellona tra due settimane, Hayden ha risposto rapidamente: "Spero di no, perché vorrebbe dire che starò lontano dalle corse più del previsto".

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti