Tu sei qui

Moto2, Rabat subito al comando, 5° De Angelis

Nelle FP1 Cortese insegue a soli sei millesimi, nei primi dieci anche Pasini e Corsi

Se il buongiorno si vede dal mattino, Tito Rabat ha già fatto capire che al Mugello vuole tornare sul gradino più alto del podio. Nonostante sia solo la prima sessione di prove libere, il pilota spagnolo ha subito fatto segnare il miglior tempo, fermando il cronometro sull’1’52”860, a meno di mezzo secondo dal best lap realizzato nel 2012 da Pol Espargaro. La Kalex del pilota spagnolo perde qualcosa nel primo settore, ma fa la differenza nel secondo e terzo. A contenere il ritmo del numero 53, Sandro Cortese, a soli sei millesimi di distacco dal tempo di Titone. Sono loro gli unici due piloti ad essere scesi sotto il muro dell’1’53” in questa FP1.

Ad inseguire la coppia di testa Thomas Luthi (+0.261) e la Suter, in testa fino a due minuti dal termine della sessione, ma costretto ad accontentarsi del terzo tempo a oltre due decimi dalla coppia Rabat-Cortese. Nelle prime posizioni resiste in quarta il debuttante Jonas Folger (+0.289), il quale precede Alex De Angelis (+0.532) e Mattia Pasini (+0.567). Proprio l’alfiere del Team Forward, autore nel 2009 di una memorabile battaglia con Marco Simoncelli, è stato tra i protagonisti della sessione, tanto da essere al comando fino a dieci minuti dal termine.

Nei primi dieci, con l'ottavo tempo, Simone Corsi (+0.742), che al Mugello cerca conferme dopo il podio conquistato due settimane fa a Le Mans. Rincorrono gli altri portacolori italiani, con Franco Morbidelli 20° (+1.504) e Lorenzo Baldassarri 24° (+1.936). Sessione in salita invece per il campione in carica della Moto3, Maverick Viñales (+1.093), soltanto quattordicesimo a oltre un secondo da Rabat. In difficoltà anche Simeon e Terol, rispettivamente 22° e 23°.

Mattinata condizionata da una leggere pioggia nell’ultimo settore, in cui è da segnalare la caduta senza conseguenze di Cardus e i lunghi di Nagashima e Pons.


Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti