Tu sei qui

MotoGP, Marquez: al Mugello per riscattare il 2013

"Troppe cadute, ma ho più esperienza. Rossi sarà in gran forma". Pedrosa: "Devo migliorare in qualifica"

Con cinque vittorie ed altrettante pole position nel 2014, Marc Marquez si presenta al Mugello come il leader indiscusso della MotoGP. Eppure, il giovane quanto abile spagnolo si ritroverà a dover sfatare un tabù: nel 2013, l'allora rookie cadde diverse volte tra le colline toscane, l'ultima delle quali in gara, che gli costò il primo "zero" della stagione (alla quale va aggiunta la squalifica di Phillip Island).

"Il GP di Le Mans ha coinciso con un fine settimana fantastico per noi e, anche se da fuori è potuto apparire facile, è stato il risultato di tanto duro lavoro di messa a punto insieme alla squadra – ha dichiarato il campione in carica – Il Mugello è una pista difficile, una delle più dure del calendario, e lo scorso anno ho fatto molta fatica lì, cadendo per tutto il fine settimana, compreso in gara (l'unica volta fin qui in MotoGP, ndr)".

Di acqua sotto i punti, da allora, ne è passata tanta. Il pilota di Cervera ha mostrato una capacità di apprendimento degna del migliore scolaro, ed i risultati sono sotto gli occhi di tutti.

"Ho un anno in più di esperienza – ha aggiunto – Spero che tutto sia più facile. So che Valentino sarà in gran forma per la gara di casa, Jorge ha vinto al Mugello negli ultimi tre anni, e anche Dani è molto rapido. Dovremo restare molto concentrati e, se non potessimo lottare per la vittoria, portare a casa punti importanti".

La pensa così anche il compagno di squadra Dani Pedrosa, ancora a digiuno di vittorie quest'anno ma secondo in campionato con due soli punti di vantaggio su Valentino Rossi.

"Il Mugello è una pista molto veloce, e con curve molto larghe, quindi sarà fondamentale trovare una messa a punto ottimale per l'aderenza – ha analizzato il pilota di Sabadell – L'atmosfera è speciale, ed il meteo solitamente è perfetto (in realtà è prevista pioggia al venerdì e sabato, ndr), quindi non vedo l'ora di correre su un circuito pieno di gente. Nelle ultime gare ho tenuto un buon passo, ma devo migliorare in qualifica".

GUARDA IL VIDEO

 


Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti