Tu sei qui

SBK, Melandri: a Donington voglia di riscatto

Sylvain Guintoli: "vivo a mezz'ora del circuito, è la mia gara di casa e sono pronto per la battaglia"

È un’Aprilia a due facce quella vista nei primi quattro appuntamenti del mondiale SBK. La RSV4 nelle mani di Guintoli è stata un’arma capace di portarlo quattro volte su otto sul podio, di cui due sul gradino più alto. Una bella partenza che ha consegnato al francese la terza piazza nella classifica iridata, a 16 punti da Rea. I problemi invece sono stati per Melandri, che dopo un convincente secondo posto al debutto in gara con la moto di Noale, ha fatto seguire prestazioni non certo all’altezza, escluso il podio ad Aragon.

Per il ravennate, il fine settimana di Imola è stato disastroso, soprattutto per quanto riguarda la seconda gara. I test il giorno successivo, gli hanno invece ridato un po’ di fiducia e speranza che dovrà confermare a Donington. Il circuito inglese è amico a Marco, che su quell’asfalto aveva regalato alla BMW il primo successo nel mondiale nel 2012.

"Donington è una pista che mi piace molto e si adatta bene al mio stile di guida. Sono convinto che le caratteristiche del circuito inglese si adatteranno alla mia RSV4 molto meglio di quanto avvenuto a Imola – conferma Marco Melandri - Speriamo il meteo ci supporti, perché ho una gran voglia di fare due belle gare e riscattarmi da un periodo che è stato decisamente al di sotto di quelle che sono le mie potenzialità".

Sylvain Guintoli, dalla sua parte, vuole cercare di rosicchiare qualche punto agli avversari in una pista vicinissima anche a casa sua. "Non vedo l'ora di correre a Donington, l'unica tappa nel Regno Unito. Vivo a soli 30 minuti dal circuito, la posso quindi definire la mia gara di casa, con tanti familiari e amici che verranno a supportarmi. E' una pista sulla quale mi piace guidare, lo scorso anno qui ho ottenuto due buoni risultati. Sono pronto per la battaglia".

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti