Tu sei qui

Moto2, WUP: Folger ancora davanti a Rabat

In Moto3 Vazquez precede Jack Miller, con Tonucci quinto

La domenica mattina di Le Mans si apre sotto il segno di Efren Vazquez e Jonas Folger . In Moto3 lo spagnolo si conferma nuovamente dopo la pole di sabato, precedendo Miller e Viñales con Tonucci che sorprende grazie al quinto tempo. Nella categoria intermedia è ancora il debuttante a fare la voce grossa, soffiando nel finale il miglior crono a Rabat, mentre quinto Simone Corsi.

MOTO3- Efren Vazquez riparte da dove aveva lasciato. Lo spagnolo ferma il cronometro sull’1’43”360, precedendo per poco più di un decimo Jack Miller (+0.123) e Isaac Viñales (+0.200). A braccare il trio di testa ci pensa Alex Marquez (+0.305), autore del quarto tempo davanti ad un sorprendente Alessandro Tonucci (+0.322), migliore degli italiani con il quinto crono.

Soltanto decimo Alex Rins (+0.566), che oggi partirà dalla terza casella in griglia, preceduto da Antonelli (+0.497) e dal francese Masbou (+0.544). Fuori dalla top ten gli alfieri della squadra di Valentino Rossi, con Pecco Bagnaia (+0.616) e Romano Fenati (+0.836) rispettivamente undicesimo e quattordicesimo, separati da Bastianini e Oliveira. Più lontane le Mahindra di Ferrari (25°, + 1.852) e Rinaldi (30°, +2.720).

MOTO2- Anche nel warm-up si rinnova la sfida tra Folger e Rabat. Il tedesco segna un 1’38”091, staccando di 97 millesimi lo spagnolo, vittima nel finale di uno scivolone senza conseguenze. Dominio Kalex nell’ultimo turno, tanto da contarne ben cinque nei primi posti. La rincorsa alla coppia di testa è guidata da Mika Kallio (+0.211), il quale precede Maverick Viñales (+0.215) e Simone Corsi (+0.407), più veloce degli italiani.

Nella top ten anche la Suter di Zarco (+0.461), davanti a Simeon (+0.510), Lowes (+0.532) e la coppia svizzera Luthi-Aegerter. Attardati gli altri portacolori italiani, ad iniziare da Mattia Pasini (+0.873), soltanto diciassettesimo alle spalle di Cortese, così come Franco Morbidelli (+1.035), diciannovesimo a poco più di un secondo dalla vetta. Seguono Alex De Angelis (24°, +1.209) e Lorenzo Baldassarri (26°, +1.344), con quest’ultimo ancora dolorante dopo la frattura al calcagno rimediata nella giornata di sabato.


Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti