Tu sei qui

Moto2, FP1 Rabat subito da record, De Angelis 2°

Il pilota sanmarinese protagonista nella prima sessione, nei primi dieci anche Pasini e Corsi

Se il buongiorno si vede dal mattino, Tito Rabat ha già fatto di capire di voler fare sul serio. Dopo il quarto posto ottenuto a Jerez, il pilota spagnolo ha fatto subito segnare il passo nella prima sessione di prove libere a Le Mans, fermando il cronometro sull’1’38”446. Quasi un decimo meglio, rispetto alla pole conquistata da Nakagami lo scorso anno. Questa volta il giapponese soffre, tanto da chiudere al 21° posto a oltre un secondo dallo spagnolo. Chi sorprende nella mattinata di Le Mans è Alex De Angelis (+0.185), che all’ultimo tentativo scalza Luthi dalla seconda posizione,  portandosi a poco più di un decimo dal tempo fatto segnare dallo spagnolo. “Questa pista non mi piace molto – ha sottolineato il sanmarinese – però sono molto contento del passo. È strano, perché Jerez è un tracciato che amo e ho avuto difficoltà, mentre qua è l’esatto opposto. Speriamo di continuare con questo ritmo”.

Luthi è quindi costretto ad accontentarsi della terza posizione(+0.442), davanti al debuttante Folger (+0.495) e Mattia Pasini (+0.540), che sul tracciato francese può fare affidamento sui nuovi ricambi originali Kalex. Due posizioni più arretrate l’altro alfiere del team Forward, Simone Corsi (+0.592), preceduto per poco più di dieci millesimi dallo svizzero Aegerter.

Nella top ten resiste il belga Simeon (+0.620), così come lo spagnolo Simon (+0.667) e Sandro Cortese (+0.679). Fuori dalle prime dieci posizioni il campione di Moto3, Maverick Viñales (+0.695), mentre 14° Mika Kallio (+0.761), vincitore due settimane fa a Jerez.

Tempi molto ristretti, tanto che in un secondo sono racchiusi ben quindici piloti. In ritardo invece gli altri italiani, con Morbidelli 25° (+1.712)  e Baldassarri 29° (+2.776).

Da segnalare nel finale la caduta senza conseguenze per Pons.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti