Tu sei qui

MotoGP, Dovizioso: rinnovo con Ducati? una scommessa

"Non ho iniziato a negoziare con nessuno. Questi due anni un investimento ma non so come sarà la D16 del futuro"

Sto parlando con tanti, ma le negoziazioni non le ho iniziate con nessuno”. Questa la sintesi di Andrea Dovizioso sulle voci di mercato che lo vedono protagonista. “Sono sincero – aggiunge – questo è un momento in cui si parla con tutti, ma nei particolari non sono ancora sceso con nessuno. Lo farò per primo con la Ducati e succederà a breve. Poi, magari con altri”.

Restare sotto l’ala di Borgo Panigale è chiaramente la priorità per il Forlivese. “Questi primi due anni sono stati una sorta di investimento – conferma – e dispiacerebbe lasciare ora che si incomincia a vedere la luce e c'è un impostazione per il lavoro futuro. Il rinnovo sarebbe però ancora una volta una scommessa, perché è impossibile provare quella che sarà la Desmosedici 2015 prima della firma. Dovrei rinnovare ancora una volta la mia fiducia”.

Se questo non accadesse, ogni altra strada è aperta. “E’ difficile dire in questo momento a quale altrnativa penserei e a quale no. Anche sviluppare una moto al rientro – Dovi si riferisce alla Suzuki – è una possibilità, come anche tornare in un team satellite. È presto per fare certi ragionamenti, non essendo sceso nei particolari ancora con nessuno. Per ora valuto ogni proposta”.

Il forlivese rimane sul vago, le uniche certezze sono la crescita della Ducati. “Abbiamo fatto il massimo fino ad ora e non mi aspettavo di potere essere al quarto posto in campionato in questo momento – ammette – So che sarà difficile mantenerlo, ma su questa pista so che potremo essere più vicini ai primi. A Le Mans sono sempre stato veloce, in ogni categoria e su ogni moto. Non vogli parlare di posizioni, ma la cosa più importante sarà riuscire a ridurre il gap”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti