Tu sei qui

MotoGP, Dovizioso: a Le Mans più vicini ai primi

Andrea ottimista, Crutchlow: "voglio un weekend positivo dopo le ultime gare sfortunate"

I piloti Ducati si affidano al passato per affrontare il futuro. Ai – bei – ricordi di dodici mesi fa, quando a Le Mans Dovizioso riuscì a partire in prima fila e a finire ai piedi del podio in una gara bagnata. Crutchlow invece ci salì (sulla Yamaha), battuto solo da Pedrosa. Una pista amica, come si dice in gergo, su cui l’italiano spera di avvicinarsi ancora di più ai primi della classe e l’inglese lasciarsi alle spalle i problemi della Spagna. I test al Mugello sono stati un buon allenamento per prepararsi anche all’appuntamento francese, come sempre temuto per il tempo incerto. Anche se alla Desmosedici l’acqua piace.

L’anno scorso sono andato bene sia in qualifica che in gara qui a Le Mans, ed è un circuito dove credo che potremo avvicinarci ai primi – dice Andrea Dovizioso - Parlare di risultati però è difficile perché quest’anno ci sono tanti piloti molto forti, ma credo che potremo far bene, anche se le condizioni meteo qui sono sempre un’incognita. Sono comunque contento di andare a Le Mans: dopo il quinto posto di Jerez è sicuramente un momento positivo per me”.

Cal Crutchlow si sta riprendendo anche dall’infortunio alla mano patito ad Austin. “Per me Le Mans è un circuito un po’ particolare, ma lo scorso anno sono riuscito a fare una bellissima gara, salendo sul podio al secondo posto. A causa del meteo imprevedibile non si sa mai in che condizioni si correrà, ma non vedo l’ora di scendere in pista in Francia con la mia GP14. Dopo le ultime gare sfortunate speriamo di iniziare bene il weekend e riuscire finalmente a ottenere dei risultati positivi. La mano destra mi fa ancora un po’ male, ma sicuramente soffrirò meno che a Jerez”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti