Tu sei qui

SBK, SSP: prima pole di MV Agusta con Cluzel

A Imola Zanetti in prima fila dietro a Sofuoglu, in top ten anche Tamburini e Rolfo

Il 10 maggio è una data storica per MV Agusta che vede per la prima volta in Supersport una sua moto in pole position. Il merito è di Jules Cluzel, il francese che gli aveva regalato la vittoria a Phillip Island. Se quella volta aveva giocato anche la fortuna, a Imola è stata la combinazione moto-pilota a fare la differenza. La F3 è un progetto ormai maturo – lo dimostra anche il 9° posto di Leonov – e il francese può puntare in alto in questa stagione.

Le buone notizie arrivano però anche dagli italiani, con Lorenzo Zanetti sempre fra i migliori in ogni turno, qualifiche comprese. Bene anche Tamburini e Rolfo, entrambi in top ten. Purtroppo la sfortuna ha fermato sia De Rosa che Baldolini.

Il colpo di reni decisivo è stato di Jules Cluzel che ha portato la MV Agusta in pole position a Imola. Kenan Sofuoglu aveva dominato il turno fin dai primi minuti e la bandiera a scacchi era ormai vicinissima a sventolare quando il francese quando il francese con un giro spettacolare gli ha soffiato la prima piazza per 0”216. Il turco ha comunque conquistato la prima fila, come anche il nostro Lorenzo Zanetti.

L’italiano della Honda è stato veloce e costante per tutti i 45 minuti cronometrati ma purtroppo non è riuscito a piazzare la zampata finale e si è fermato a poco più di tre decimi dal vertice. Il pilota di Ten Kate ha lasciato alle sue spalle Coghlan (su Yamaha, che chiude così un quartetto di testa con moto di marche tutte diverse) e Roberto Tamburini. Buona la prestazione del pilota sulla Kawasaki, a sei decimi dalla pole.

Settima piazza per il vincitore di Assen Vd Mark, davandi a Jacobsen, il leader della classica Marino e la seconda F3 di Leonov, caduto a fine sessione alla Rivazza. Nei primi dieci anche Roberto Rolfo, anche se il suo ritardo supera già il secondo e mezzo. Dietro il piemontese Bussolotti, 13° Menghi, 14° Russo, 16° Gamarino, 18° Nocco.

De segnalare che a diciassette minuti dalla fine del turno, i commissari sono stati costretti ad esporre la bandiera rossa a causa di una rottura al propulsore della Honda di Raffaele De Rosa che ha sparso olio in pista. Il pilota napoletano (17°) non ha potuto proseguire le qualifiche. Problemi tecnici alla sua MV hanno invece fermato Alex Baldolini che ha dovuto accontentarsi dell’ultimo posto.

I TEMPI


Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti