Tu sei qui

SBK, STK1000: si conferma in testa Savadori

FP2 - Nella Stock600 si conferma imprendibile Marco Faccani

La bandiera rossa continua ad essere mattatrice ad Imola e decreta la fine della seconda sessione di prove libere della Superstock 1000, mostrando un Lorenzo Savadori ancora una volta in prima posizione.

Il giovane portacolori del team Pedercini è stato l'unico questa mattina a girare con il riferimento cronometrico inferiore all'1'51: 1'50.899 per l'italiano, che precede di 315 millesimi la prima Ducati del team Barni, guidata da Ondrej Jezek.

Risale la china dopo il turno di ieri Leandro Mercado. L'argentino comunque sta incontrando qualche problema in più del solito, considerando come Mercado accusi già un ritardo di sette decimi esatto dal suo compagno di squadra e ben 1.015 dalla vetta.

Nell'alternanza tra team Pedercini e Barni, la quarta posizione è proprio appannaggio della compagine italiana di Akashi, con Lanusse che si insedia in quarta posizione davanti a Fabio Massei (+1.279), a precedere ancira una Kawasaki, quella di Lussiana.

La prima moto che non provenga da uno stabilimento di Akashi o di Borgo Panigale, la troviamo in settima posizione con la Honda CBR 1000RR di Joshua Day, staccato di 1.830 secondi da Savadori. L'Italia, che ieri era ben più presente nei piani alti, vede retrocedere leggermente Kevin Calia con la Aprilia RSV-4 aPRC, che chiude in decima posizione a +2.120, davanti alla Wild Card Schiavoni, che proprio ieri aveva sorpreso tutti. Gli altri italiani: 13esimo Grotzkyj Giorgi, 17esimo Federico D'Annunzio, 20esimo Remo Castellarin, 23esimo Butti.

STOCK 600 - Continua il dominio di Marco Faccani nel secondo turno di prove libere sul circuito di Imola, anche se il vantaggio si è "comprensibilmente" assotigliato. Già, perchè se ieri il leader aveva qualcosa come due secondi di vantaggio su tutti, oggi il distacco da Luca Salvadori è di nove decimi abbondanti. 1'54.642 il riferimento del portacolori Kawasaki San Carlo, contro l'1'55.570 di Salvadori.

Grande balzo in avanti per Andrea Tucci, che in questo sabato mattina si è insediato in terza posizione, davanti a Niki Tuuli - leader del campionato - e Wayne Tessels. Sesta piazza Roberto Mercandalli davanti a Federico Caricasulo. Da sottolineare che, al di là della prima posizione di Faccani che ha un distacco oggettivamente incolmabile, tra il terzo, Andrea Tucci ed il settimo, Caricasulo, ci sono solo due decimi di distacco.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti