Tu sei qui

SBK, Michel Fabrizio (per ora) si ferma qui

Dopo Imola, separazione consensuale con il team Grillini. Probabile il rientro solo nel 2015

Il passaggio di Michel Fabrizio alla categoria EVO (con la Kawasaki del team Grillini) non è stato né facile né indolore. Il romano ha saltato il round di apertura in Australia a causa di un infortunio al bacino rimediato durante i test pre-gara, mentre ad Aragon è stato costretto al ritiro in entrambe le manche. Nonostante i primi punti raccolti ad Assen, quattordicesimo in Gara 2, Fabrizio non è intenzionato a proseguire.

La notizia ufficiale dovrebbe essere diffusa domenica dopo la gara, ma il pilota di Frascati ed il team bolognese prenderanno, di comune accordo, strade separate. Probabile a questo punto che Fabrizio si prenda un periodo sabbatico. A maggio, le selle sono ormai tutte occupate, sia in classe regina che nelle categorie minori. L'unica ipotesi realistica sarebbe quella di una sostituzione, magari con l'idea di giocarsi bene le proprie carte per poi rimediare una nuova sistemazione a tempo pieno.

Non mancano ovviamente i candidati per prendere il suo posto. In cima alla lista c'è il nome di Bryan Staring, australiano che ha corso le prime due gare della stagione in Supersport con il team Rivamoto, prima del ritiro della squadra per problemi di sponsor alla vigilia di Assen. L'ex-pilota del motomondiale dovrebbe salire sulla Kawasaki per una prova lunedì, in occasione dei test ufficiali post-gara.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti