Tu sei qui

Yamaha svela la nuova MT-125

Arriva la piccola della serie MT per i più giovani. Arriverà ad Agosto è costerà 4.190 euro

Yamaha svela la nuova MT-125

Squadra che vince non si cambia recita il vecchio adagio, e così ad Iwata continuano a cavalcare l'onda vincente della saga MT. Un progetto con pochi fronzoli, pochi compromessi, un look aggressivo dal forte appeal e, sopratutto, predisposto esclusivamente per il divertimento. Nato con la MT-09 e declinato anche per la entry level MT-07, oggi Yamaha propone sul mercato la versione ottavo di litro, per cercare di dare nuova linfa vitale ad un mercato strategico. Se è vero che i giovanissimi d'oggi son più propensi a guadagnare quei pochi soldi per uno smartphone piuttosto che per una piccola sportiva di un tempo, Yamaha dall'altro prova a conquistare questo settore con il suo look aggressivo, cercando di instillare nuovamente la cultura delle due ruote attraverso una moto caratterizzata dal suo "Dark Side of Japan".

Ecco quindi la MT-125: disponibile a partire dal mese di Agosto con tre colorazioni distinte: Anodized Red, Matt Grey e Race Blue, a partire da 4.190 euro .

Come intuibile, la nuova MT si è sviluppata partendo dalla piattaforma della YZF-R125, mostrando i tratti comuni di una Naked da streetfight: telaio ben in vista, design deciso a partire dal frontale, con un gruppo ottico spigoloso e piuttosto basso, dotato di luci diurne a LED: Anche le prese d'aria son poste sui lati, con un look molto aggressivo, vero archetipo del design di questa moto. Il Serbatoio ed il codino riprendono invece le forme della MT-07, ma anche della sorella "sportiva" da 125 cc.

Il motore è il già conosciuto monocilindrico da 125 cc con raffreddamento a liquido, 4 valvole, monoalbero in testa, letteralmente incapsulato nella parte bassa da un puntale il cui ruolo è proteggere il propulsore dallo sporco...oltre ad essere elemento stilistico. Ciclisticamente parlando, troviamo una forcella a steli rovesciati da 41 mm all'anteriore, con un'escursione di 130mm, mentre al posteriore troviamo un mono con una corsa di 114mm.

Dalla YZF-R125 la MT-125 riprende i cerchi con sei razze ad Y, mentre a calzare questa ottavo di litro ci pensano due pneumatici da 100/80-17 all’anteriore e 130/70-17 al posteriore. A frenare ci pensa un disco anteriore flottante da 292 mm con pinza radiale, mentre al posteirore fa capolino un disco da 230mm con pinza flottante. Non previsto l'ABS, almeno fino al prossimo autunno, quando Yamaha ha già anticipato che sarà presente. Punto nodale, anche in riferimento a quanto detto nei confronti dei ragazzi d'oggi, la sturmentazione avrà una forte ispirazione al mondo degli smartphone. Tre display LCD con tutte le informazioni disponibili, compreso l'indicatore di marcia ed il numero di giri.

Secondo quanto riferito dagli uomini di Iwata, la MT-125 è stata studiata per offrire una posizione di guida piuttosto diritta, eretta. Rispetto alla sua sorella sportiva, chi guida ha una seduta meno estrema, con spazio ben sufficente anche per un passeggero. L'altezza da sella è di 820mm e più bassa di 5. Il manubrio, a sezione conica, con delle evidenti piastre di sterzo in alluminio, offrono una triangolazione ben più comoda, ma comunque aggressiva.

Ora la questione è solo una: non vedere l'ora di infilarci il casco e provarla, per tornare a provare alla lontana l'ebrezza di tornare, per poco, dei 16enni. Certo, i tempi son cambiati, ed i 125cc 2 tempi di una volta non ci son più, ma Yamaha, in quanto a divertimento, con la saga MT, finora ha fatto centro! Staremo a vedere se..la saga continuerà. Rimanete collegati!

GALLERY YAMAHA MT-125

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti