Tu sei qui

SBK, Melandri: duro lavoro, raccoglieremo i frutti

Il ravennate ad Imola per il riscatto. Guintoli: "Schiena OK, lotterò per la vittoria"

Il round di Imola è sempre rivestito di significati particolari per i piloti italiani del campionato Superbike. Quest'anno lo sarà ancora di più per Marco Melandri. Il ravennate, quinto in campionato a 39 punti dal capo-classifica Sykes, vuole mettersi alle spalle un inizio di stagione a corrente alternata. La pista sulle rive del Santerno non sembra in teoria la più adatta (mai a podio in SBK, con due quarti posti nel 2013 come miglior risultato), ma la pratica spesso smentisce le aspettative ed i pronostici.

"Imola è la mia vera gara di casa e ci tengo particolarmente a fare bene, quindi scenderò in pista con una gran voglia di lottare – sono le parole di Melandri – Non mi aspetto certo vita facile, qui saranno in tanti ad andare forte ma, con tutto il team, abbiamo alle spalle un periodo di grande lavoro e sta arrivando il momento di cogliere i frutti di quanto abbiamo fatto per migliorarci".

Meno pressione sulle spalle di Sylvain Guintoli, protagonista in condizioni di meteo variabile in Olanda, dove ha colto una vittoria e sfiorato la doppietta in Gara 2 (prima di cadere e chiudere al nono posto). Il francese è secondo in classifica a -12 da Sykes.

"Ad Assen abbiamo fatto grandi progressi con la RSV4 e abbiamo mostrato il nostro spirito combattivo, raccogliendo i frutti del nostro lavoro con la vittoria in gara uno – ha detto "Guinters" – Voglio continuare su questa strada ad Imola. Anche se la mia schiena era piuttosto dolorante dopo la caduta in Gara2 in Olanda, ora sono tornato in piena forma e mi aspetto di lottare per la vittoria".

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti