Tu sei qui

Continua la crescita del mercato a 2 ruote

Anche ad Aprile il trend risulta in crescita dell'8% rispetto allo scorso anno. R1200 GS la moto più venduta

Continua la crescita del mercato a 2 ruote

Come recita il famoso detto "Non c'è due senza tre", per il terzo mese consecutivo il mercato delle due ruote fa registrare un segnale positivo. Un segnale forte, perchè se nel primo mese poteva trattarsi quasi di una coincidenza, dopo il boom di Marzo, ad Aprile arriva la conferma: le vendite di moto e scooter nel nostro paese sono in attivo rispetto allo scorso anno. In altre parole, nel primo quadrimestre 2014 sono stati venduti 64.605 esemplari, con un +8% rispetto allo scorso anno. Nel solo mese di Aprilie, c'è stata una immatricolazione di moto e scooter over 50cc pari a 20.198 unità, con una crescita dell'8,9%. Nello specifico, 7438 moto e 12.760 scooter. Elementi, cifre e statistiche importanti, perchè Aprile risulta essere uno dei mesi più importanti con una percentuale che vale il 12% del fatturato annuo.

Un clima di ottimismo che viene accolto anche da confindustria ANCMA, attraverso le parole del suo presidente Corrado Cappelli, che mantiene comunque un basso profilo: "Confindustria Ancma, in occasione del centenario dell’Esposizione di Milano EICMA, accoglie il consolidarsi del trend favorevole del mercato con pacato ottimismo. La ripresa delle immatricolazioni nonostante il calo dei "cinquantini" genera un saldo positivo di oltre 1.000 veicoli nel mese di aprile rispetto a un anno fa. Migliorano le attese delle imprese, grazie alla ripartenza delle esportazioni e vi sono segnali di un lieve recupero della spesa per investimenti, nonostante la costante contrazione del credito. Pesa comunque il problema della disoccupazione che ha raggiunto il 13% e penalizza soprattutto i più giovani.

La nostra industria sta reagendo con proposte innovative e cercando di venire incontro alle esigenze degli utenti. Come è emerso dal recente Worldwide 2 Wheels Forum, che si è svolto per celebrare i 100 anni di EICMA, il valore del settore è consistente e ci aspettiamo che la politica riconosca il ruolo che le due ruote intendono giocare come contributo essenziale alla mobilità sostenibile, mettendo in campo risorse per rendere più adeguate le infrastrutture e favorendone l’utilizzo tenendo sotto controllo i costi di gestione".


SETTORE SCOOTER - La crescita dei vari segmenti è oramai un qualcosa di conclamato, ad esclusione della categoria dei cinquantini che continuano la loro perdita. Già, perchè se si escludesse tale categoria, il segno positivo sarebbe stato pari all'11,6%, con un valore paritario tra moto e scooter. Continuando l'analisi, il segmento degli scooter di 125cc, in questi quattro mesi ha portato 10.313 veicoli con un +14.5%. Meno evidente la parabola positiva della categoria che va da 150 a 250cc, con 9.141 unità, ed una crescita del 2,4%. Chiaramente la classe con più volumi, quella tra i 300 ed i 500 cc, arriva a quota 11.413 unità e un +21,2%. In ripresa anche i maxi-scooter oltre 500 cc, che crescono del 1,4%.

SETTORE MOTO - Nella categoria delle moto, possiamo notare invece una situazione più eterogenea: ovviamente, come quasi da tradizione oramai, il segmento più importante riguarda le moto con cilindrata superiore ai 1000cc in grado di immatricolare 7.975 unità, arrivando a raggiungere un segnale positivo del 24%, con a seguire i modelli tra 800 e 1000 cc con 5.491 unità e un +13,2%. Le medie cilindrate tra 600 e 750 cc sono - e non è una novità - in fase calante con 4.709 moto e un -4,3%, mentre le piccole, complici anche gli indirizzi delle case nello sviluppo, con cilindrate tra 250-500 cc arrivano a 3.324 unità e un +21,3%. In perdita le 125 cc con 1.151 moto e un trend negativo del -11,5%.

HONDA SH E R1200 GS LE REGINE - Nel mese di Aprile, il re tra gli scooter rimane l'Honda SH150, scelto da ben 877 italiani, con a ruota il fratello maggiore da 300cc, venduto in 841 unità. Nel complesso del primo quadrimestre, l'SH continua il suo dominio, con al terzo posto il più piccolo SH125. In quarta posizione si insedia il Beverly 300 seguito dal duo di Iwata TMax e X-Max 400. In settima posizione sale l'Integra 750 con 1042 pezzi complessivi. Nel settore moto, rimane in vetta la BMW R1200GS con 471 unità immatricolate, davanti alla Honda NC750X, che ha portato le sue vendite a quota 448 unità. Entrambe le moto sono ai primi due posti in questo primo quadrimestre con rispettivamente 1.347 e 1.185 moto vendute. Terza posizione per la Yamaha MT-09, che supera l'Adventure della GS al terzo posto. Quarta proprio la Adventure davanti alla new-entry MT-07, quinta con 680 moto vendute.

899 PANIGALE MIGLIOR SPORTIVA - Sale in sesta posizione la Suzuki con la V-Strom 1000, davanti alla BMW R1200 RT, alla Multistrada e alla coppia Hypermotard-Hyperstrada. Chiude la top ten la R Nine T. La miglior sportiva del 2014 al momento risulta la 899 Panigale con 185 esemplari immatricolati e la 24esima posizione, subito davanti ad un'altra novità del 2014, la Kawasaki Z1000. La MV Agusta Rivale arriva al 31esimo posto, mentre al 34esimo ecco la S1000R. Il nuovo Monster 1200 si inserisce in 38esima posizione con la versione S. Sommando però la versione S con la base (46esima), il Monster sarebbe in 15esima posizione complessiva.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti