Tu sei qui

Moto3, WUP: La spunta Marquez, 5° Fenati

In Moto2 Kallio si conferma, decimo tempo per Corsi, non correrà invece Terol, a causa della caduta di ieri

Il warm-up di Jerez porta le firme di Alex Marquez in Moto3 e Mika Kallio in Moto2. Nella minima cilindrata il pilota Honda segna il passo, precedendo Vazquez e Kornfeil, con Fenati quinto. In quella intermedia invece il finlandese si ripete dopo la pole del sabato. Solo sette sono i millesimi che lo separano da Folger e ventiquattro dal compagno Rabat. In decima posizione Corsi. Weekend sfortunato per Nico Terol, che in seguito alla caduta di ieri non prenderà parte alla gara. Per lo spagnolo scongiurate fratture.

MOTO3 – Tempi molto ravvicinati nell’ultimo turno, tanto che in meno di un secondo ci sono ben sedici piloti. L’acuto arriva nel finale da Alex Marquez, con 1’48”187, due secondi più lento rispetto al tempo fatto segnare da Miller in qualifica. L’australiano è quarto (+0.282), preceduto da Vazquez e Kornfeil. Primo degli italiani Romano Fenati, con il quinto tempo a meno di tre decimi dalla vetta, seguito da Viñales, mentre Rins è decimo. Fuori dalla top ten Bastianini (13°+0.758), turno sfortunato invece per Antonelli, vittima di uno scivolone dopo pochi minuti senza conseguenze. Per il pilota riminese, che oggi partirà in seconda posizione, diciannovesimo tempo a poco più di un secondo da quello di Marquez. Due posizioni più indietro Bagnaia (+1.169), Tonucci 27° (+1.547), mentre Ferrari 30° (+1.891). Da segnalare la caduta di Azmi, uscito dolorante dalla pista. Per lui contusione alla mano e ginocchio destri.

MOTO2 – Anche nel warm-up Mika Kallio è il più veloce di tutti, con il tempo di 1'42"924. I distacchi però sono contenuti, perché in ben 20 piloti sono racchiusi in un solo secondo.  Il finlandese è inseguito da Folger e dal compagno Tito Rabat, che a Jerez non vorrà certo mancare l’appuntamento con la vittoria. Quarto tempo per Vinales (+0.102), mentre Cortese, che oggi partirà al fianco di Kallio, è costretto ad accontentarsi addirittura del 15°, preceduto da Salom e Nakagami. Anche nel warm-up l’unico italiano presente nella top ten è Simone Corsi (+0.359), seguito da Baldassarri (+0.610). Più staccato Mattia Pasini (17° +0.820), così come De Angelis (21° +1.004) e Morbidelli (26° + 1.322).

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti