Tu sei qui

Moto2, Kallio si impone su Cortese, Rabat 6°

Nelle qualifiche di Jerez delusione per gli italiani, nessuno nei primi dieci. Corsi 11°

Sventola la bandiera finlandese su Jerez. È Mika Kallio il protagonista della categoria intermedia, ottenendo il tempo di 1’43”850 che gli vale la partenza dalla prima casella in griglia. Una pole sottratta a Sandro Cortese, costretto ad accontentarsi del secondo posto a quasi tre decimi di distacco (+0.294). Chi si aspettava uno spagnolo in prima posizione, dovrà accontentarsi del terzo crono di Salom (+0.408), che firma la tripletta Kalex. Soltanto sesto Tito Rabat (+0468), con il motore nuovo vista la rottura nell’FP3, preceduto dagli svizzeri Luthi (+0.456) ed Aegerter (+0.466).

In difficoltà anche il campione in carica della Moto3, Maverick Vinales (+0.490), autore dell’ottavo tempo alle spalle del tedesco Folger (+0.469). Nella top ten resiste invece la Caterham Suter di Johann Zarco (+0.747).

Delusione invece per i portacolori italiani, tutti fuori dalle prime dieci posizioni. Il migliore ancora una volta è stato Simone Corsi (+0.803): nonostante qualche linea di febbre, l’alfiere del team Forward ha fatto registrare l’undicesimo tempo, tenendo alle proprie spalle Simeon e Nakagami. Più staccato invece il compagno di squadra Mattia Pasini (18, +1.060), il quale precede nell’ordine De Angelis (19° +1.185) e Baldassarri (20° + 1.212). Oltre la 20^ posizione Franco Morbidelli.

Da registrare la scivolata senza conseguenze per Torres ad inizio sessione. Peggiò è andata a Terol, costretto a saltare le qualifiche in seguito alla caduta nell’ultimo turno di libere. Per lo spagnolo sei punti di sutura a un gomito e molti lividi sulla gamba. Nico è stato dimesso dall'ospedale e domani mattina verificherà le sue condizioni per decidere se correre o meno il GP.

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti