Tu sei qui

MotoGP, I piloti rimpiangono già la Bridgestone

Rossi: "difficile arrivare al loro livello". Pedrosa: "la priorità sarà la sicurezza, poi ci lamenteremo delle prestazioni"

La notizia del ritiro della Bridgestone ha colto in contropiede – almeno apparentemente – i piloti della MotoGP. Le reazioni non sono state positive perché sanno, nonostante le lamentale, che il livello che hanno raggiunto le coperture giapponesi – tanto per sicurezza quanto per performance – è difficilmente raggiungibile in poco tempo. Inoltre il cambio di fornitore introdurrà un’altra variabile alla stagione 2016, dove debutterà anche la nuova elettronica uguale per tutti.

ROSSI: NON SONO CONTRARIO A PIU’ FORNITORI –Per me è una brutta notizia, tutti i piloti vogliono sempre gomme migliori ma la qualità che hanno raggiunto è veramente alta. Non so se qualcun altro potrà arrivare al loro livello. Un po’ sono preoccupato, perché quando nel 2007 provai per la prima volta le Bridgestone notai subito una grossa differenza. Il nostro sport cambierà molto nel 2016 con anche la nuova elettronica, le moto dovranno modificarsi per adattarsi alle nuove coperture. Non sarei neppure contrario a più fornitori, avevo accolto positivamente il monogomma ma con l’esperienza ho scoperto il lati negativi. Un aspetto da migliorare è quello di avere gomme che si adattino meglio alle varie moto. Fare meglio in quanto a performance sarà difficile”.

MARQUEZ: BISOGNERA’ ADATTARE LE MOTO -E’ una grossa sorpresa, anche perché le gomme sono migliorate molto rispetto allo scorso anno. Bridgestone ci ha messo anni ad arrivare a questo livello, all’inizio hanno avuto problemi, poi bisognerà adattare le moto alle nuove coperture. Ma sarà lo stesso per tutti”.

CRUTCHLOW: VORREI UN’INTERMEDIA – E’ normale che i piloti vogliano sempre qualcosa di meglio. Io preferirei avere una gomma intermedia per le condizioni di umido. Con moto di questa potenza è molto pericoloso usare le slick”.

PEDROSA: PRECEDENZA ALLA SICUREZZA –Al momento siamo arrivati a un bel bilanciamento fra sicurezza, prestazioni e durata. Per arrivare a questi livelli ci vuole tempo. La prima richiesta al nuovo fornitore riguarderà la sicurezza. Poi penseremo a lamentarci delle prestazioni (ride)”.

LORENZO: ASCOLTARE I PILOTI - Ricordo che la prima volta che provai le Bridgestone mi stupì l’anteriore, fenomenale. Vorrei che per lo sviluppo ascoltasse il maggior numero di piloti possibile”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti