Tu sei qui

MotoGP, Crutchlow, anche Jerez a rischio

Cal ha ancora dolore alla mano. Proverà venerdì, il dottor Zaza in allerta

Cal Crutchlow ha comunicato alla Ducati che non è certo che riuscirà a correre a Jerez. A preoccuparlo non è tanto la frattura del mignolo quanto il dolore che prova sotto la nocca del dito anulare, sottoposto a forte pressione in staccata.

Nella serata di mercoledì non era ancora arrivato in circuito, dopo aver perso un aereo, ma sarà regolarmente in pista.

Davide Tardozzi ha già comunicato lo stato del pilota al dottor Michele Zaza, il traumatologo che ha sostituito il dottor Costa nella Clinica Mobile.

La scivolata nel GP delle Americhe rischia dunque di rovinare l'inizio del mondiale del pilota britannico che ha già saltato il GP di Argentina.

Comunque la Ducati non ha in serbo per lui (e per Dovizioso) novità a Jerez.

La casa bolognese ha già fatto sapere che salterà il previsto test di lunedì sul circuito andaluso (rimarrà solo il collaudatore Michele Pirro) per scendere in pista invece al Mugello, la settimana prossima, dove Cal (mano permettendo) e Dovi proveranno il nuovo telaio che dovrebbe debuttare nel GP d'Italia al Mugello.

Sarà, questa, la prima vera evoluzione della GP14 chiamata a risolvere il problema del sottosterzo che affligge la Rossa  ormai da anni.

<Un problema - azzarda il d.s. Davide Tardozzi - che se non esistesse il monogomma, sarebbe già stato risolto solamente lavorando sugli pneumatici>.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti