Tu sei qui

SBK, Stock 600: Manfredi si arrende solo a Tuuli

GARA - Il finaldese vince una gara corsa sotto il diluvio e vola in testa al campionato

Sotto il diluvio di Assen, l'esperienza e la sensibilità sono due fattori fondamentali. In condizioni così difficili, i giovanissimi protagonisti della Superstock 600 non avevano mai girato in questo week-end: un vero e proprio terno al lotto. Così, dalle retrovie, il finlandese Niki Tuuli ha conquistato con bravura, mestiere e giustezza una vittoria che lo proietta in prima posizione anche in campionato.

"E' stata una grande giornata per me. E' la mia seconda stagione. Ho fatto una bella partenza e poi una gran bella gara. Sono partito in 11esima posizione e ho vinto."

Una gara che però ha visto grande protagonista un italiano, il nostro Kevin Manfredi. L'italiano in sella alla Honda CBR600RR ha compiuto una grande rimonta, mantenendosi in terza posizione per diversi giri, salvo poi attaccare e conquistare il comando. Peccato poi per una imbarcata all'ultima chicane che lo ha costretto ad una divagazione sulla sabbia che gli è costata la vittoria. Buon secondo posto comunque per il nostro portacolori, soddisfatto sul podio: "Sono felicissimo. Ho rischiato di buttar via la gara, ma son riuscito a far tanto. Dopo metà gara perdevo un pò di grip, ma è andata benissimo. Peccato per la visiera che si appannava".

Terza posizione per Wayne Wessels in sella alla GSX-R 600. L'olandese, atteso dal pubblico di casa, ha cercato di mantenere contatto con i due in vetta, salvo poi tirare i remi in barca, una volta constatato come la sua terza posizione non era più in pericolo, visto il distacco con gli avversari."Pensavo di poter fare meglio, ma alla fine ho preferito accontentarmi, visto che i ragazzi dietro avevano 20 secondi di ritardo".

Una curiosità: Sul podio abbiamo due 'nomi' celebri del motociclismo come Kevin (Schwantz) e Wayne (Gardner), oltre alla 'traduzione finlandese' di Nicky (Hayden). Tre campioni del mondo della classe regina.

Tornando alla gara, dietro la quarta posizione di Hartog, buon quinto Tucci, che precede Duwelz e Lahti. Ottava piazza per il nostro Salvadori, decimo Faccani, undicesimo Christopher Gobbi (partito dalla 29esima posizione), 12esimo Rinaldi, 17esimo Giorgianni, 18esimo Casalotti, 21esimo Lagonigro e 23esima Rebecca Bianchi. Peccato per Federico Caricasulo, caduto a due giri dal termine.


CRONACA DI GARA


Dopo le qualifiche, la mannaia della FIM ha inflitto delle penalizzazioni. I numeri 7-14-52 e 92 per aver infranto la regola 05.5 (moto trovate sottopeso), mentre il numero 77 per aver infranto la regola, per aver superato il numero massimo di decibel. E' una questione molto importante, considerando che il numero 77 è Wayne Tessels, il Poleman. In questo modo, Federico Caricasulo passa in prima posizione, mentre Marco Faccani passa da settimo a terzo in griglia.


La Direzione gara ha dichiarato la gara bagnata qui ad Assen, dopo aver fatto le prove sempre in condizioni di asciutto. Per questo motivo la partenza è stata posticipata di cinque minuti.


- tutto pronto per la partenza. La pista è molto bagnata. Partenza valida, partito molto bene Caricasulo, in terza posizione Tucci. Tutti molto prudenti fortunatamente. Al Primo intertempo però Caricasulo viene superato da Thoonel. Caduta dietro per un pilota . Thoonel intanto prende il largo. Il pilota era Matheu Marchal. Dietro il numero 46, c'è Tuuli che sta risalendo la classifica davanti ad Hartog

- 12 giri al termine: Grande staccata alla prima curva per Manfredi. davanti però Tuuli passa Thoonen e si porta in prima posizione. caricasulo ora è sesto, con Tucci e Salvadori settimo e ottavo.

- 11 giri al termine: Tuuli gira in 2'03.693, ben 2.8 secondi meglio di Thoonen. Terzo Kevin Manfredi che gira in 2'04.972. Nelle retrovie grande rimonta per Gobbi che dalla 29esima posizione ora è 15esimo. Numero di Lahti, scalciato dalla moto ma in grado di risalire al volo in una sorta di rodeo.

- 10 giri al termine: Tuuli sempre più staccato ma è grande lotta per il secondo posto con Kevin Manfredi che alla prima curva passa Thoonen per la seconda posizione. Thoonen riprende la seconda posizione, ma attenzione anche a Tessels. E' un trio compatto che si supera e risupera ad ogni curva. Duello emozionante, ma che permette a Tuuli di allungare. Caduta per Canducci intanto.

-09 giri al termine: Tessels cerca di dettare il ritmo, ma Manfredi tiene la ruota dell'olandese, mentre Thoonen sembra arrancare leggermente ora. Gli altri italiani: Salvadori settimo, Caricasulo ottavo, Tucci nono, Faccani dodicesimo, Gobbi tredicesimo, Casalotti 17esimo, Rinaldi 18esimo

-08 giri al termine: giro più veloce per Tessels che gira in 2'00.994, sei decimi meglio di Tuuli che comunque ha tre secondi di vantaggio.

*la pioggia intanto è aumentata di nuovo*

-07 giri al termine: caduta per Thoonen che negli ultimissimi giri aveva perso contatto. Un high-side proprio al penultimo curvone. I due intanto, Tessels e Manfredi, stanno cercando di riprendere Tuuli. Caduto anche Lewis al tornantino

-06 giri al termine: Tessels e Manfredi intanto hanno ripreso sostanzialmente Tuuli. Ora è lotta aperta per la vittoria. Kevin Manfredi intatno ha girato in 1'59.220, girò più veloce in gara. L'italiano attacca prima del curvone Tessels con grande coraggio, ma l'olandese prova a rispondere senza successo.

- 05 giri al termine: Grande manovra per Manfredi che rischia anche tanto, sfiorando la linea bianca sul traguardo. Ora l'italiano è primo e prova a dettare il ritmo. Brutta manovra di Tuuli comunque che ha letteralmente allargato spingendo Manfredi sulla linea del traguardo.

-04 giri al termine: mezzo secondo di vantaggio tra Manfredi e Tuuli. Tessels intanto ha perso tanto terreno. Tuuli sfiora Manfredi arrivando leggermente lungo. Arrivano i primi doppiati: fase critica, con Tuuli che sfiora Rebecca Bianchi

-03 giri al termine: Da questi doppiati si è avvantaggiato Manfredi che ha un vantaggio ora di poco più di mezzo secondo. Caduta intanto per Patronen, che sfiora Luca Salvadori. Ultima chicane, Manfredi rischia tantissimo con un high-side che lo costringe a tagliare la chicane. Ora è Tuuli primo con 1.7 secondi su Manfredi

-02 giri al termine: Tuuli ora allunga a 2.6 secondi. Il finlandese ha la vittoria in mano. Cade invece Federico Caircasulo, nel terzo settore

- Ultimo giro: passeggiata finale per Tuuli che oramai ha poco meno di tre secondi su Manfredi. Tessels oramai è a 11 secondi in terza posizione.

- Bandiera a scacchi: vittoria per il portacolori del team di Mika Kallio, Tuuli che sale anche in vetta alla classifica generale, davanti al nostro Kevin Manfredi in seconda posizione. Terzo Wayne Tessels, davanti a Hatog, Tucci, Lahti, Duwelz, Salvadori ottavo, Mikhalchik nono, Faccani decimo. Da sottolineare la rimonta di Christopher Gobbi, 11esimo sul traguardo, dopo esser scattato dalla 29esima casella.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti