Tu sei qui

SBK, WSS: Marino conquista la Pole position

QP - In Stock 1000 la pole va al nostro Lorenzo Savadori

Quella di ieri era solo la premessa, perchè nelle qualifiche ufficiali del sabato di Assen, Florian Marino si è confermato il più veloce in pista, conquistando la Pole position in 1'38.106, in una sessione caratterizzata dalla spada di Damocle della pioggia, caduta a pochi minuti dal termine nel settore 3 del circuito. Primo il portacolori del team Intermoto Kawasaki, che precede una seconda verdona, quella del team Mahi con in sella Kenan Sofuoglu, staccato di 119 millesimi di secondo dalla vetta.

Terza posizione per Michael vd Mark, ostacolato però nel suo giro migliore da un gruppetto compatto di moto, proprio in prossimità dell'ultima variante del circuito. Un'occasione mancata per il pilota di casa, ma che comunque non ha intaccato la sua prima fila con il tempo di 1'38.228.

Ci ha provato in tutti i modi anche Jules Cluzel con la MV Agusta del team Yakhnich, chiudendo la sessione con un ritardo di 228 millesimi di secondo da Marino, conquistando la quarta casella sullo schieramento. Risale la china Jack Kennedy in quinta piazza, davanti al leader del campionato Kev Coghlan (+0.686) che conclude in sesta posizione questo turno di qualifiche. Il migliore dei nostri rappresentanti è Lorenzo Zanetti. L'alfiere Ten Kate, si inserisce in settima posizione (+0.737) proprio davanti a Marco Bussolotti con la Honda del team Lorini. Nono posto per Patrick Jacobsen che precede, a chiudere la top ten, Raffaele de Rosa (+0.873), davanti a Riccardo Russo e Roberto Tamburini, primo pilota, in 12esima posizione, a chiudere con un ritardo superiore al secondo (+1.139).

Gli altri italiani: 14esimo Roberto Rolfo, 16esimo Christian Gamarino, 19esimo Alessandro Nocco e 20esimo Fabio Menghi, tornato in sella dopo la brutta caduta del mattino.


SUPERSTOCK 1000 - Pole position per il nostro Lorenzo Savadori con la Kawasaki che regola dietro di se un trio di Ducati Panigale. Il portacolori del team Pedercini sembrerebbe esser riuscito, fin da questa mattina, a trovare un setting in grado di portarlo in vetta, dopo il dominio del venerdi di Borgo Panigale. 1'38.252 il riferimento cronometrico dell'italiano, che ha battuto Leandro Mercado con la prima Ducati del team Barni. L'argentino ha accusato un ritardo di 149 millesimi di secondo. Terzo posto per la delusione della giornata, Ondrej Jezek, grande protagonista nella giornata di ieri, e terzo in griglia, dopo aver sfiorato la Pole a pochi secondi dal termine. Quarta posizione per Fabio Massei, davanti al locale Valk.


SUPERSTOCK 600 - E' il favorito del fine settimana e Wayne Tessels sta rispettando i pronostici con la sua Suzuki. Certo è che l'olandese ha dovuto comunque faticare per conquistare la pole position con il crono di 1'40.829, in una sessione che, proprio negli ultimi istanti ha visto l'arrivo di qualche goccia d'acqua e, sopratutto, la caduta del suo diretto rivale in questo sabato, il nostro Federico Caricasulo, staccato di soli 29 millesimi. Prima fila per il belga Gauthier Duwelz con la Kawasaki, mentre in quarta posizione ecco l'australiano Adrian Nestorovic, per un poker complessivo delle quattro sorelle: Suzuki-Honda-Kawasaki-Yamaha. Da segnalare la settima posizione del nostro Faccani, vincitore del round inaugurale di Aragon.


Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti