Tu sei qui

SBK, Assen: Baz…ooka batte sul tempo la pioggia

Superpole: best lap e prima pole del francese davanti a Guintoli e Sykes. Quarto Melandri

La tanto temuta pioggia è arrivata nel momento meno opportuno ad Assen. Durante la Superpole, subito dopo che i piloti si erano apprestati a uscire con gomma da qualifica per tentare il time-attack decisivo, nuvole dense hanno battuto sul tempo i piloti delle derivate di serie. Tutti tranne uno, Loris "Bazooka" Baz su Kawasaki, che con un 1'34.357 ha centrato in un colpo solo pole position (la prima in carriera) e best lap di categoria.

In prima fila anche Sylvain Guintoli (+0.488) e Tom Sykes (+0.954). Seguono Marco Melandri, Jonathan Rea, Davide Giugliano, Niccolò Canepa (sorprendente sulla Ducati EVO in settima posizione), Eugene Laverty, Alex Lowes, e Toni Elias.

"Sapevo che poteva mettersi a piovere fin dai primi minuti quindi siamo partiti aggressivi con la gomma da gara e, con quella da qualifica, ho fatto davvero un buon giro – ha dichiarato Baz a caldo – Credo che sarebbe comunque stato difficile per gli altri batterlo".

"Non ho avuto fortuna, ma il secondo posto va sicuramente bene – ha replicato Guintoli – Il tempo con la gomma da gara, nonostante abbia dovuto sorpassare Elias, è stato di 1'34.9. Ci lascia ben sperare per domani".

"Ho un buon passo – ha chiosato Sykes – Sarebbe stato bello provare la gomma da qualifica, ma la pioggia ha rovinato i nostri piani. Comunque, la prima fila è la cosa che conta".

SP2 – Baz è il più veloce in uscita dai blocchi con un 1'35.165, portandosi in testa di misura su Sykes, Rea, e Giugliano. Leggermente più attardati Lowes (+0.519) e Melandri, mentre Laverty, settimo a sette decimi, è l'ultimo pilota sotto al secondo di distacco.

Guintoli poi è il primo a scendere sotto all'1'35, con 1'34.946, che gli vale la pole position provvisoria. Dopo la consueta pausa ai box, tutti i piloti escono con gomma da tempo. Baz è il primo a transitare sotto la fotocellula d'arrivo, registrando un 1'34.357 che è il nuovo best lap di categoria.

Dopo aver acceso due caschi rossi nei primi settori, Guintoli è costretto a "pelare" il gas perché comincia a cadere pioggia sul circuito (prontamente segnalata dai commissari con le bandiere bianche). Stesso discorso per il resto della concorrenza. Chiude la prima fila Sykes, davanti a Melandri, Rea, Giugliano, Canepa, Laverty, Lowes, Elias, Haslam e Davies.

SP1 – Davies apre le ostilità in 1'35.982, con Melandri e Camier su tempi pressoché identici, staccati di sei decimi. Più attardati, ad un secondo abbondante di distacco, Salom, Badovini e Iddon. Corti e Morais si riavvicinano con la gomma da qualifica, ma si fermano rispettivamente in quarta e quinta posizione.

Melandri risponde con un 1'35.762, poi Davies lima quattro decimi con la gomma da tempo per riportarsi in testa con 0.255 di vantaggio. Il primo escluso dalla SP2, con nove decimi di ritardo, è Camier. Seguono Badovini, Salom, Iddon, Corti, Guarnoni, Morais, e Scassa.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti