Tu sei qui

SBK, Assen: Pirelli conferma la gomma EVO

Quattro mescole posteriori, di cui 2 in comune a SBK ed EVO. Numero di rain fisso a 8 per pilota

Al secondo GP in Europa, in programam ad Assen, i piloti della Superbike avranno a disposizione le stesse soluzioni di pneumatici già utilizzate ad Aragon. In particolare, Pirelli ha confermato la fornitura di una mescola posteriore ad hoc per SBK ed EVO rispettivamente.

Tutte le opzioni disponibili sono già note ai piloti perché erano già disponibili nel round di Aragón. All’anteriore, tre le alternative sono tre: la SC1 e la SC2 standard e la SC1 di sviluppo S1699, che ad Aragon è stata scelta da circa l’80% dei piloti schierati in griglia.

Quattro in totale le opzioni per quanto riguarda il posteriore, di cui due in comune a tutti i piloti e una terza ad hoc rispettivamente per piloti Superbike e per quelli EVO. Le due soluzioni disponibili per tutti i piloti sono la SC0 di gamma (morbida) e la SC1 di gamma (media). La terza ed ultima soluzione per i piloti Superbike sarà la SC1 di sviluppo S1185 che ha debuttato ad Aragon come alternativa della SC1 di gamma, rispetto alla quale garantisce un'usura più omogenea. Nella categoria EVO, invece, i piloti potranno contare ancora sulla SC0 di sviluppo R1120, scelta pressoché unanime in Spagna, in grado di offrire una maggiore resistenza all'usura.

Merita poi un chiarimento a parte, visto il meteo volubile olandese, il discorso riguardante gomme da pioggia e intermedie. Come da versione aggiornata del regolamento (art. 2.4.7), i piloti avranno a disposizione un massimo di 3 gomme intermedie anteriori e posteriori, numero che sale a 8 per quelle da pioggia. Il fatto che gli sticker non vadano applicati agli pneumatici con mescole intermedie e wet non altera comunque il numero di gomme "da maltempo" a disposizione di ciascun pilota, fisso a 3 e 8 per le rispettive mescole.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti