Tu sei qui

News Prodotto, La passione dei Di.Di ha invaso Vallelunga

Presentata anche una Honda NC700S appositamente modificata, per chi non vuole rinunciare alla passione

La passione dei Di.Di ha invaso Vallelunga

La passione come veicolo per la solidarietà e la vicinanza. E' questo il traino che ha spinto i Di.Di, i diversamente disabili, con la propria onlus, a organizzare, durante la scorsa giornata di Pasquetta, un evento sul circuito di Vallelunga.

Se infatti la passione per le due ruote dovesse essere investita di un ambasciatore, sicuramente i Di.Di sarebbero i primi della lista. Perchè un impedimento fisico non ha fermato quel brio che circola tra le vene, quel sorriso che si stampa non appena si accende la moto.

Una festa dunque, il cui scopo era portare in pista chi per qualsiasi motivo non può guidare una moto, e patrocinata dalla Federazione Italiana Sport paralimpici per Ipovedenti e Ciechi, oltre che dalla madrina dei Di.Di, la cantante ed atleta Annalisa Minetti.

"Lo sport fa brillare, e io voglio essere la vostra luce" così ha esordito la Minetti, al microfono nel paddock di Vallelunga. Momenti di commozione quando la cantante ha intonato "Ho bisogno di te", dedicata per l'occasione a Emanuele Cassani, il pilota che è venuto a mancare a seguito del brutto incidente in griglia di partenza a Misano, domenica scorsa, durante il primo round della Bridgestone Champions Challenge.

Non sono mancati tanti nomi del panorama delle due ruote, pronti a dare il proprio sostegno e supporto all'iniziativa, portando in moto come passeggeri dei ragazzi non vedenti o paraplegici. Sono intervenuti Michel Fabrizio, alfiere della Kawasaki con il Team Grillini nel mondiale Superbike, Fabio Massei, protagonista della Coppa del Mondo Superstock 1000 con la Ducati Panigale del Team EAB Racing, Letizia Marchetti, Vinicio Bogani, l’istruttore federale Enrico Zampognini, oltre che la campionessa europea del 2006 Chiara Valentini.

Inoltre, la giornata di Vallelunga ha visto il ritorno tra i cordoli, appositamente per l'occasione, del team manager della squadra LCR Lucio Cecchinello. In tema di team manager, presente anche Genesio Bevilacqua che ha messo a disposizione due biglietti per la tappa iridata di Misano, estratti a sorte in una lotteria.

Per tre ore, ACI Vallelunga ha riservato il circuito esclusivamente alla Onlus DI.DI., che ha portato in pista come passeggeri decine di ragazzi diversamente abili, in sella alle moto messe a disposizione da Honda Italia. Una maratona di solidarietà alla quale un contributo sostanziali è stato dato da Bridgestone e Ideal Gomme, organizzatori della Bridgestone Champions Challenge nella quale corrono i piloti del Team Di.Di.

"Tanta fatica per organizzarlo ma grandi emozioni per questo Di.Di.Day - questo il commento di Emiliano Malagoli, presidente della Onlus, che ha poi proseguito - Devo ringraziare il Comitato Italiano Paralimpico, Intrasecur Group, Istituto di Credito Sportivo ICS, Credito Cooperativo di Formello e Trevignano Romano e Ortopedica Mancini di Roma che ci hanno dato un contributo fondamentale in un momento non facile per nessuno. E’ bellissimo vedere che la moto può diventare un mezzo per ritrovare il sorriso e, come dice Annalisa Minetti, scoprire che nella vita tutto è possibile!"

Per l'occasione è stata svelata anche la "Di.Di.Bike": figlia della Honda NC700S, questo primo prototipo di moto è stato adattato appositamente per persone con problemi agli arti inferiori/paraplegiche.

Una moto realizzata in collaborazione con Honda Italia e con HandyTech, l’azienda astigiana che ha recentemente adattato una KTM per consentire di tornare a correre al pilota endurista Nicola Dutto. Il Tester d’eccezione è stato Marco Ercole, ragazzo che ha perso entrambi gli arti inferiori in un incidente automobilistico, visibilmente emozionato per il suo ritorno in moto.

Il prossimo appuntamento con la Onlus Di.Di. sarà già per il prossimo 11 maggio, sempre sul circuito di Vallelunga, dove si svolgerà la prima gara internazionale riservata solo a piloti artolesi o portatori di protesi.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti