Tu sei qui

Moto3, Fenati sfiora la vittoria, 1°Miller

Il pilota marchigiano precede sul traguardo Vazquez. Settimo Bagnaia

Ci ha provato fino all’ultimo metro Romano Fenati, ma non c’è stato nulla da fare. Jack Miller cala il bis in Texas, precedendo per soli 69 millesimi il portacolori del Team Sky VR46. Un secondo posto di cuore quello del marchigiano, tutto in rimonta, dopo che le qualifiche del sabato lo vedevano partire con l’ottavo tempo. Chiude il podio Efren Vazquez, a soli 172 millesimi dal vincitore. Nella top ten Bagnaia conquista il settimo posto, tredicesimo invece Bastianini. Cadute per Antonelli, così come per Marquez e Viñales. Out i piloti del Team Italia.

È più che soddisfatto Romano Fenati per il secondo posto, che lo vede tornare sul podio dopo quasi due anni di astinenza (l’ultima volta nel 2012 a Misano, terzo) : “Mi sono molto divertito – ha sottolinea il marchigiano - soprattutto  per i grandi sorpassi che ci sono stati. Miller è stato bravo a resistire all’interno, se no lo passavamo. Sono soddisfatto anche per la tenuta delle gomme, dato che non ho accusato problemi.”

LA CRONACA -  Al via Miller riesce a difendere la prima posizione, contenendo gli attacchi di Vazquez. I due piloti provano la fuga già al primo giro, riuscendo a portare il vantaggio a oltre un secondo su Marquez, che comanda il gruppo degli inseguitori. Nelle retrovie Locatelli centra Sissis e per l’italiano non resta che ritirarsi. Costretto al ritiro anche il compagno di squadra Ferrari, che alla partenza lamenta problemi alla frizione. Sfortunato a Grunwald, punito con un ride through per partenza anticipata. Va peggio ad Azmi, il quale cade, riuscendo comunque a ripartire.

A dodici giri dal termine Marquez riesce a ricucire il distacco dalla coppia di testa, tentando addirittura l’attacco a Vazquez, il quale però si riprende la seconda posizione. In rimonta Fenati, quinto, mentre Antonelli approfitta della caduta di Viñales per salire al settimo posto. Il pilota della KTM spinge sull’acceleratore, ma all’ottavo giro scivola a terra alla curva 19, mettendo la parola fine alla sua gara. A tenere alti i colori italiani è Fenati, che passa Rins e si porta all’inseguimento del trio di testa. Bagnaia invece è nono. Più distaccati Bastianini (13°) e Tonucci (18°).

Nelle parti alte della classifica Miller gira sui 2’17” bassi, mentre Vazquez e Marquez giocano a scambiarsi la seconda e terza posizione. Solo otto sono i decimi che dividono i due spagnoli da Romano Fenati, che vede sempre più da vicino il gruppo di testa. Il pilota marchigiano è l’unico ad andare sotto i 2’17”, riuscendo a quattro giri dal termine ad attaccarsi a Marquez e superare alla curva 1 anche Vazquez. Fenati è incontenibile e a tre giri dal termine punta Jack Miller. L’alfiere del Team Sky VR46 devo però vedersi dagli attacchi di Efren Vazquez, che lo sopravanza al terz’ultimo giro.

Miller prova la fuga, ma Efren Vazquez non molla di un metro. Nel duello tra lo spagnolo e l’australiano ne approfitta Marquez, che si inserisce tra i due. All’ultimo giro Miller prova a scappare, ma Fenati e Vazquez lo braccano da vicino.  Il pilota australiano stringe i denti e porta a casa la seconda vittoria stagionale, precedendo per soli 69 millesimi uno straordinario Fenati. Terzo Vazquez. Sfortunato invece Marquez, che cade all’ultima tornata, lasciando il quarto posto a Rins. Settimo è Pecco Bagnaia, mentre tredicesimo Enea Bastianini, che torna dal Texas con tre punti. Sedicesimo Tonucci.


Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti