Tu sei qui

SBK, Camier: punti in classifica e sulla patente

Il britannico su BMW EVO due volte 12º, penalizzato di un punto per un curioso incidente

Leon Camier, secondo pilota EVO della SBK ad Aragon con due dodicesimi posti (un punto in meno di David Salom), non ha solo raccolto punti iridati. La patente piloti, già presente in MotoGP, da quest'anno è infatti vigente anche in Superbike. Ed il primo a farne le spese è stato proprio il britannico sostituto di Sylvain Barrier in sella alla moto di BMW Motorrad Italia. Ieri, Camier ha ricevuto un punto di penalità per non aver guidato "responsabilmente".

"Ho avuto problemi alla batteria della telecamera on board, che di fatto è esplosa, emettendo fumo – ha raccontato Camier – Non me ne ero accorto, perché la moto andava bene. Pare che mi abbiano mostrato la bandiera nera con disco arancione (che indica problemi meccanici) allo scollinamento prima del traguardo, ma inizialmente non l'ho vista. Me ne sono accorto nel rettilineo lungo, ed al tornantino sono passato dentro al cordolo, ma appunto per non ostacolare eventuali piloti in traiettoria e rientrare il prima possibile ai box".

"Pazienza, non è un problema – ha aggiunto Camier, visibilmente soddisfatto al termine delle due gare – Sono molto contento del risultato, mi manca ancora un po' di confidenza per spingere al massimo anche nelle fasi finali, con gomme più usurate. Negli ultimi giri di Gara 2 ho fatto dei piccoli errori che mi hanno fatto perdere terreno, ma a parte il risultato il nostro potenziale resta molto alto. Considerato che ho passato solo tre giorni su questa moto, credo di aver ottenuto un bel risultato. Mi sono divertito. Sono felice di far parte di questo team e di poter guidare questa moto".

* Ricordiamo il sistema di penalizzazione: raggiunti i quattro punti, un pilota partirà dal fondo dello schieramento nella gara seguente. A sette scatta la partenza dalla pit-lane, a dieci la squalifica automatica dalla prossima gara.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti