Tu sei qui

SBK, WSS: Sofuoglu piazza la zampata vincente

GARA: Cluzel sbaglia e centra Coghlan. Strada libera per la 27esima vittoria del turco

Quando tutto sembrava perduto, il "vecchio" leone è riuscito a piazzare la sua zampata. Nel deserto di Aragona, Kenan Sofuoglu stava affrontando un fine settimana veramente duro e difficile.

Grande la difficoltà nel trovare un setting ideale, mentre li davanti Cluzel, Coghlan e Jacobsen si contendevano le prime posizioni tra venerdi e sabato, candidandosi ufficialmente a mattatori della domenica. In effetti, i due grandi protagonisti sono stati Coghlan e Cluzel, capaci di contendersi la prima posizione per numerosi giri, con duelli sempre al limite ed avvincenti.

Un duello conclusosi bruscamente a quattro giri dal termine, quando Cluzel, arrivato lungo alla staccata in fondo al lungo rettilineo, centra la posteriore di Coghlan, lasciando la strada spianata ad un Sofuoglu che, sornione e furbo, era rimasto leggermente in disparte, dopo aver recuperato fino alla terza posizione.

"Devo dire che all'inizio della corsa, tutti hanno fatto staccate incridibili ma che sbagliavano. Ero in attesa, pronto per attaccare. Quasi me l'aspettavo. 25 punti e vittoria, bene cosi" questo il commento del turco che ad Aragon ha conquistato la sua 27esima vittoria in carriera in Supersport.

Secondo posto per Michael Vd Mark, mattatore delle prime fasi della gara, scivolato indietro per un errore che lo avevano relegato momentaneamente al quarto posto, salvo poi ritrovarsi tra le mani il regalo del podio: "All'inizio ho cercato di prendere un pò di margine. Ho cercato di spingere, ma poi ho commesso quell'errore dove sono arrivato lungo ed ho perso un pò di concentrazione. Quando ho visto il contatto davanti a me, ho cercato di spingere, ma era ovviamente dura".

Terzo gradino del podio per Florian Marino, davanti al nostro Lorenzo Zanetti e proprio a Kev Coghlan che, nonostante la sfortunata e incolpevole caduta, riesce a conquistare un buon quinto posto: "sono stato forte per tutto il fine settimana e mi sentivo bene anche in gara. Volevo attaccare nel finale. Non ho visto nulla, semplicemente ho sentito toccarmi da dietro. Comunque non posso nemmeno reclamare troppo. Nonostante tutto ho chiuso quinto".

Ai box, un mesto Cluzel ha così spiegato quel tamponamento che lo ha visto protagonista: "Abbiamo avuto problemi al cambio, e in quella staccata non ho potuto fare niente: non si è inserita la prima. Mi dispiace per Coghlan, ma in questa gara purtroppo torniamo a casa con zero punti."

Sesta posizione per Raffaele De Rosa, davanti a Roberto Tamburini che proprio sul traguardo è riuscito a passare la seconda MV Agusta F3 di Leonov. Nona posizione per Christian Gamarino, davanti a Rattapark Wilairot.

Gli altri italiani: 12esimo Rolfo, 15esimo Menghi, 16esimo Bussolotti, ritirati Nocco e Russo.


CRONACA DI GARA


- tutto è pronto per il secondo Round iridato ad Aragon. 15 giri in totale per le 600 supersport

- 15 giri al termine: Partenza valida, ottimo slancio per le Kawasaki: primo Jacobsen, seguito da Marino. Terza posizione per Coughlan, davanti a Vd Mark e Cluzel. Alla prima grande staccata, gruppo compatto, con Marino che passa in testa e Jacobsen che rimane invischiato.

- 14 giri al termine: si mostra Vd Mark che in terza posizione prova in tutti i modi a passare Coughlan e Marino. Ora è gruppetto compatto per la vittoria: Marino, Coughlan, Vd Mark, e Cluzel. Arretra pesantemente Jabosen, scivolato in settima posizione

- 13 giri al termine: Vd Mark scatenato, prova ad infilarsi alla staccata della curva 12, ma nell'incrocio delle traiettorie torna secondo. L'olandese però sfrutta l'uscita dal tornantino e sul rettilineo torna primo.

- 12 giri al termine: Cresce la prestazione di Sofuoglu, che sale in quinta posizione e stabilisce il giro più veloce. Crolla di contro Marino. Ora Cluzel è secondo con Coughlan che attacca la MV Agusta alla staccata in fondo al rettilineo tornando secondo

- 11 giri al termine: nella lotta a viso aperto tra Cluzel e Coghlan se ne sta avvantaggiando Vd Mark in testa, e Sofuoglu in quarta posizion. Alla staccata in fondo al rettilieno, lungo di Zanetti.

- 10 giri al termine: miglior giro per Coghlan - 2'02.245 per il portacolori R6  - che tiene la scia di Vd Mark in compagnia di Cluzel. Crolla nel frattempo Jacobsen undicesimo. Bene invece Gamarino, decimo.

- 09 giri al termine: uno sguardo agli italiani: Zanetti è sesto, oramai staccato di 4.5 secondi dalla vetta dopo l'errore. De Rosa settimo, Gamarino decimo, Tamburini 12esimo, Menghi 14esimo, Rolfo 16esimo, Bussolotti 17esimo.

- 08 giri al termine: alla prima staccata, Cluzel attacca Coghlan e passa secondo. Ora è lui il diretto inseguitore di Vd Mark, leggermente staccato, ma il pilota R6 si riprende la seconda piazza alla staccatona.

- 07 giri al termine: Ancora Cluzel su Coughlan. Al rettilineo prima dell'ultima staccata, errore di Vd Mark che arriva lungo: Cluzel passa primo e Coghlan secondo.

- 06 giri al termine: è sempre lotta aperta tra Cluzel e Coghlan, ma è una lotta quasi fratricida, perchè questo ha permesso a Vd Mark di ritornare sotto, e a Sofuoglu di rimanere attaccato al gruppo di testa.

- 05 giri al termine: ingresso molto duro di Sofuoglu a moto piegata su Vd Mark, ma l'olandese risponde. Coghlan sempre primo, ma Cluzel è letteralmente incollato. In fondo al lungo rettilineo, ennesimo sorpasso in staccata, con controsorpasso tra i primi due

- 04 giri al termine: Vd Mark perde terreno e non sembra ora in grado di riprendere il gruppetto dei primi tre, con Sofuoglu che ora si fa minaccioso sui primi due.

* Errore in staccata di Cluzel che centra Coghlan. I due in terra. La Yamaha R6 riparte, si ritira invece il francese con la F3.

- 03 giri al termine: Un colpo di scena che di fatto ha consegnato la prima posizione a Sofuoglu. Attenzione però a Vd Mark sembrato galvanizzato dalla nuova situazione.

Da segnalare la quarta piazza di Zanetti e la sesta di De Rosa.

- 02 giri al termine: Zanetti prova a recuperare su Marino, rubando due decimi al francese, ma la sensazione è che non ce ne sia

- ultimo giro: Sofuoglu gestisce nove decimi di vantaggio su Vd Mark e nonostante un lungo all'ultima staccata dura, transita primo sotto la bandiera a scacchi. Il turco vince la gara in un week-end iniziato in maniera molto dura e difficile. Secondo Vd Mark, terzo Marino, davanti a Zanetti


Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti