Tu sei qui

SBK, STK1000: con l'umido ecco Bergman

In Stock 600, la Pole va al nostro Marco Faccani

Nel deserto di Aragon, nella notte è piovuto. Può sembrare un controsenso, ma il mondo delle due ruote ci ha abituato anche a vere e proprie bufere e temporali in Qatar, figuriamoci se nella secca Aragona non possa piovere.

Il risultato è stato quello di una mattinata con un tracciato ancora decisamente umido, con diverse chiazze d'acqua. Questa la situazione che i protagonisti della Stock1000 si son trovati davanti. Ovviamente, in vista delle qualifiche ufficiali, non tutti i protagonisti si sono presi rischi eccessivi, girando con tempi più alti rispetto a quanto fatto nelle altre sessioni.

Il migliore di queste FP3 è stato lo svedese Chris Bergman, in sella alla Kawasaki BWG, ed in grado di fermare il crono in 2'03.818, 156 millesimi di secondo meglio del nostro Fabio Massei, che chiude secondo in 2.03.974. Dopo la coppia di testa, si comincia già a trovare piloti non in grado di scendre sotto al muro del 2'04, a partire da Ondrej Jezek. Il portacolori Barni Racing ha girato in 2'04.313, precedendo il suo compagno di squadra Leandro Mercado, che accusa un ritardo di 1.041 secondi dalla vetta. Quinto posto per la Kawasaki di Falk (+2.128), seguito da McFadden (+3.085) e dal nostro Lorenzo Savadori, settimo con il crono di 2'07.016 (+3.198). Ottava la prima BMW S1000RR con Muresan (+3.383), davanti a Nemeth e la Kawasaki del team Pedercini e la Honda di Kyle Smith.

Gli altri italiani: 12esimo Cecchini, 13esimo Castellarin, 15esimo D'Annunzio, 21esimo Butti.


STOCK 600 - Tra i giovanissimi della Stock 600 è già tempo di Qualifche, considerando come la gara verrà disputata questo pomeriggio. Svetta il tricolore nella categoria cadetta, con la pole position di Marco Faccani, unico a scendere sotto il muro del 2'05 con la Kawasaki del team Italia, fermando il cronometro in 2'04.951. In seconda posizione il finlandese Niki Tuuli, con la Yamaha R6 del team del pilota Moto2 Mika Kallio (+0.418). Terzo Duwelz (+0.549), davanti a Tessels (+0.795), unico rappresentante Suzuki del campionato. L'olandese precede i nostri Tucci, Caricasulo - autore di una caduta al tornantino proprio nelle fasi iniziali della sessione - Salvadori e Casalotti, che chiude in ottava posizione.

Gli altri italiani: 12esimo Caruso, 13esimo Manfredi, 14esimo Canducci, 19esimo De Gruttola, 24esimo Rinaldi, 25esimo Gobbi, 27esimo Giorgianni, 29esima Rebecca Bianchi davanti a Giacomini. Chiude Lagonigro in 32esima posizione.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti