Tu sei qui

MotoGP, Marquez: Austin 'fa bene' al mio piede

Marquez vuole sfruttare l'occasione per allungare, Pedrosa per recuperare: "mi sono preparato al meglio"

Lo squadrone Honda parte con i favori dei pronostici per la trasferta di Austin. L’anno scorso, al debutto sul nuovo circuito, Marquez aveva vinto – con contorno di record assortiti – e Pedrosa gli era arrivato alle spalle. Il tracciato di Tilke, caratterizzato da un lungo rettilineo e stretti tornanti, si adatta alla perfezione alla RC213V. Un’ottima occasione per Marc per allungare sugli avversari e per Dani per rifarsi sotto al compagno di squadra.

L’unica preoccupazione di Marquez riguarda la caviglia fratturata in inverno e non ancora completamente guarita. “Dopo il Qatar mi sono concentrato per rendere la mia gamba più forte ed essere in forma in preparazione al GP di Austin - spiega - È una delle mie piste preferite, ho fatto una bella gara l’anno scorso e ho il bel ricordo della mia prima vittoria in MotoGP. Bisognerà aspettare per vedere quale sarà la situazione con il nuovo regolamento, ma sono concentrato. Per fortuna, le curve più impegnative sono a sinistra in questo circuito e per me sarà più facile anche se la gamba non sarà al 100%”.

Dimostra sicurezza Dani Pedrosa: “mi sono allenato bene a casa e non vedo l’ora di arrivare in Texas. È una pista che mi piace, lo scorso anno è andata bene, vedremo come si comporterà la moto. Spero di guidare al meglio e mi godrò l’atmosfera di Austin”.

GUARDA IL VIDEO

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti