Tu sei qui

SBK, Omologazione: Bimota ha tempo fino a Laguna

Regolamento: le 125 moto ora vanno prodotte entro 4 mesi dalla prima partecipazione in gara

A poco più di una settimana dal round di Aragon, la FIM ha diffuso il regolamento aggiornato del campionato Superbike. Dopo le indiscrezioni su Bimota dei giorni scorsi, il punto focale non poteva che essere l'articolo 1.2.1, ovvero quello relativo alle procedure di omologazione. I punti salienti (il testo intero è disponibile cliccando QUI):

– un minimo di 125 moto (nel modello che si intende schierare in griglia) devono essere prodotte prima della visita per l'omologazione. Se tale quota non dovesse essere raggiunta al momento dell'ispezione né entro quattro mesi dalla prima gara alla quale si ha partecipato (in questo caso, si parlerebbe del 13 agosto, quindi Laguna Seca sarebbe l'ultima gara dove correre, senza punti, con l'etichetta "subject to homologation"), la SBK Commission si riserva il diritto di revocare la partecipazione a squadra/costruttore per un periodo di tempo da determinarsi. Lo stesso vale nel caso le quote minime di fine anno non venissero rispettate.

– un minimo di 250 esemplari devono essere prodotti entro la fine dell'anno in cui viene garantita l'omologazione (inclusi i 125 iniziali), per poi arrivare almeno a 500 unità (sempre cumulative) alla fine dell'anno successivo. A questo proposito, saranno valide anche versioni alternative dello stesso modello, indicate dal regolamento come "cosmetic" (i.e. estetiche), purché non superino il 50% della quota di omologazione totale. Per fare un esempio, se alla fine del primo anno il costruttore deve aver prodotto un minimo di 250 esemplari, almeno 125 di questi devono essere nella versione che compete in gara, non nelle suddette iterazioni alternative.

– il tetto ai prezzi di listino è fissato a 40mila euro per la SBK, 33mila per la WSS, 20.000 per la STK.

Inutile sottolineare come gli ultimi cambiamenti apportati alle quote di produzione consentano alla moto riminese, schierata da Alstare, di competere a fianco di SBK e EVO (la BB3 correrà in quest'ultima categoria) pur senza aver ricevuto l'omologazione. Come anticipato dallo stesso Ayrton Badovini, alla squadra non sarà però possibile raccogliere alcun punto (sia nel campionato piloti che in quello costruttori) fino a che la suddetta omologazione non verrà garantita.

Una possibilità, quest'ultima, che fa contenti tutti e nessuno, non ha precedenti storici, e presta il fianco a diversi interrogativi... "To be continued". Intanto, voi che ne pensate? Scriveteci QUI!

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti