Tu sei qui

SBK, Jerez, Giugliano: Ducati continua a migliorare

Il romano primo nei test: "grande affiatamento con moto e squadra". Davies: anteriore OK

L'arrivo (previsto) della pioggia, ed il conseguente peggioramento delle condizioni del tracciato, ha cementato il primato di Ducati e Davide Giugliano nella classifica ufficiosa dei test della Superbike a Jerez. Le prove non danno punti, ovviamente, ma tutti i segnali sembrano indicare un progressivo miglioramento della Panigale (già riscontrato nei test pre-stagione ed a Phillip Island). L'appuntamento di Aragon, circuito solitamente ostico per la bi-cilindrica, sarà un banco di prova importante.

"Abbiamo fatto molte prove di elettronica e di ciclistica che mi hanno portato ad un risultato molto positivo su un circuito che non era nelle migliori condizioni di grip – ha detto Giugliano, autore di un 1’40.1 con la gomma da qualifica e 1’41.0 con quella da gara – La cosa più importante è che oltre all’ottimo tempo siamo tornati in moto dopo un mese e ho ripreso subito confidenza con la moto. Sono fiducioso perché ogni volta che salgo sulla Panigale facciamo progressi importanti. L’affiatamento con la squadra è totale e mi danno sempre quello che mi serve".

Nei tre giorni di prove, il romano ed il compagno di squadra Chaz Davies hanno completato circa 140 giri a testa, concentrandosi sulle nuove strategie di "antispin" e idle control" preparate dal Reparto Corse. Giugliano ha vestito i panni del leader, ma anche il gallese dato riscontri  positivi, con un miglior giro da 1’40.7 in assetto da qualifica e 1’41.4 in configurazione da gara, chiudendo in quinta posizione assoluta.

"I test sono stati molto utili, soprattutto dopo la pausa di oltre un mese – ha dichiarato DaviesSono riuscito a migliorare i miei riferimenti qui a Jerez e, altrettanto importante, ad essere molto costante. Abbiamo lavorato sulla nuova elettronica e sul setup della moto e sono soddisfatto di come la mia Panigale si comporta specialmente sull’anteriore".

A pochi giorni dal secondo GP del campionato, il responsabile del progetto SBK Ernesto Marinelli ha definito i risultati delle prove "soddisfacenti, e questo dovrebbe darci una buona base per la prossima gara di Aragón che per noi è sempre stato un circuito difficile. Sono stati tre giorni molto utili e intensi ed i progressi fatti ci danno grande fiducia per i prossimi eventi. I piloti e tutto il team hanno lavorato molto bene e nonostante la pioggia di oggi siamo riusciti a concludere tutto il lavoro che ci eravamo prefissati".

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti