Tu sei qui

MotoGP, Iannone: Dall'Igna è il nostro miracolo

"Sono concentrato su Austin. Non siamo ancora a livello dei rivali ma voglio sfruttare ogni possibilità"

Non di sole gare è fatta la vita del pilota, così Andrea Iannone dal Qatar è volato in Indonesia per un evento promozionale. Qualche giorno per incontrare i propri tifosi e presentare la replica del nuovo casco. Un viaggio che è servito anche per ‘staccare la spina’ e riprendersi dalla delusione di Losail, dove un gara che poteva vederlo a ridosso delle prime posizioni è stata vanificata da una caduta.

“Ho fatto sicuramente una bella gara, ma purtroppo è andata così – il commento a freddo del ducatista – Sono contento del weekend e quelle prestazioni possiamo ripeterle. La moto è più veloce rispetto al passato e abbiamo fatto molti passi avanti”. L’unico rammarico, la posizione al traguardo perché Iannone poteva essere ai livelli di Dovizioso. “Quella caduta mi ha fatto perdere molto tempo – racconta – Dopo essermi rialzato ho dovuto aspettare due giri perché l’airbag della tuta si sgonfiasse completamente, nel warm up il mio passo era stato veloce”.

Tutti si sono stupiti dei miglioramenti della Desmosedici, “me compreso – sottolinea Andrea – Mi sono accorto subito a Sepang che la moto era cambiata, abbiamo iniziato con il piede giusto”. I meriti sono tutti di una persona: “Dall’Igna, è lui il miracolo della Ducati. Dobbiamo ringraziarlo mattina e sera, sono contento di lavorare con lui”.

Ora che il primo GP è alle spalle, è il momento di pensare al prossimo. “Lo faccio già da un po’ di giorni, non voglio più parlare di quella caduta – continua Iannone – Non so cosa aspettarmi da Austin perché la Ducati è molto diversa dallo scorso anno e dovremo scoprire se si adatterà meglio o peggio a quella pista. So che in questo momento non siamo ancora ai livelli di Honda e Yamaha ma l’importante è sfruttare ogni possibilità, ogni spiraglio. Parto per provare a giocarmi posizioni importanti, non voglio lasciare nulla di intentato”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti