Tu sei qui

MotoGP, Marquez: il segreto di Vettel? È normale

"Un onore conoscerlo al Laureus. Peccato solo non incontrare anche Rafa Nadal"

Se uno non lo conoscesse (e sono sempre meno), probabilmente non indovinerebbe che Marc Marquez è campione del mondo. A 21 anni, nonostante tre titoli iridati in carniere e l'etichetta da favorito nel campionato appena iniziato, il giovane catalano mantiene un basso profilo.

Dopo aver ricevuto a Kuala Lumpur il “Laureus Breakthrough of the Year Award”, il riconoscimento come miglior sportivo rivelazione del 2013, Marquez ha avuto modo di scambiare qualche parola con alcuni degli sportivi più famosi al mondo. Nel suo blog per Repsol, il pilota Honda ha raccontato con la sua solita semplicità le proprie impressioni, simili a quelle di ragazzino nel negozio di caramelle.

"Ero circondato da leggende dello sport – ha scritto – Ero in palestra con Michael Johnson, ho visto Ruud Gullit, Johan Cruyff e Emerson Fittipaldi, e fatto una chiacchierata con Mick Doohan e Giacomo Agostini. Davvero incredibile!"

Una delle persone che Marquez voleva assolutamente conoscere era il quattro volte iridato della Formula Uno Sebastian Vettel. Missione compiuta, scoprendo anche di avere qualcosa in comune. "Ho scoperto, come pensavo, che è una persona assolutamente normale, molto tranquillo. È stato un'onore", ha commentato Marquez.

L'unico cruccio rimane quello di non aver incontrato il tennista connazionale Rafa Nadal, ma "era impegnato in un torneo a Miami (perso in finale da Novak Djokovic, ndr) e non è potuto venire in Malesia".

Sarà per la prossima volta. Nadal ha già mostrato di gradire la velocità comprandosi un'Aston Martin, da lì alle due ruote il passo è breve…

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti