Tu sei qui

SBK, Test: Honda sviluppa il TC a Cartagena

Rea e Haslam ritoccano il record. Elettronica promossa, provato anche nuovo forcellone

Se ci fossero punti per chi fa più test, il team Pata Honda sarebbe sicuramente in testa a questa speciale classifica, avendo passato più tempo in pista di qualsiasi altra squadra in questo 2014 per infondere nuova linfa alla CBR 1000. Prima di dirigersi a Jerez con il resto della compagnia, Jonathan Rea e Leon Haslam hanno effettuato tre giorni di test a Cartagena, con l'obiettivo principale di sviluppare ulteriormente il software, soprattutto dal punto di vista dell'erogazione e del controllo trazione.

"Abbiamo fatto degli ottimi passi avanti qui – ha detto Rea – Il nostro tester, Michele Magnoni, ha fatto davvero un grande lavoro nei primi giorni, soprattutto mercoledì, quando c'era molto vento. Ho usato alcune nuove strategie che stava sviluppando, e posso finalmente guidare in maniera più aggressiva anche sulla lunga distanza".

Il nordirlandese è soddisfatto "soprattutto per quanto riguarda il passo, ma anche il giro secco è stato buono. Abbiamo anche provato diverse regolazioni di telaio e del pivot, e la moto sterzava indubbiamente meglio nelle curve strette".

Anche secondo il suo compagno di squadra Leon Haslam "il pacchetto è migliorato. Abbiamo provato un nuovo forcellone e stiamo ancora aspettando un paio di componenti nuovi. Il controllo trazione funziona molto meglio ed  ho girato tre decimi sotto al record della pista, un bel modo per finire questi test".

Viste anche le non rosee previsioni del tempo per i test collettivi della prossima settimana a Jerez, la squadra non è affatto scontenta dell'investimento extra.

"Nonostante il forte vento di mercoledì, il meteo ci ha consentito di portarci avanti con il programma – ha dichiarato il capo-tecnico Pieter BreddelsA parte le regolazioni di telaio, ci siamo concentrati su erogazione e controllo trazione per riuscire a derapare in maniera più prevedibile, con buoni riscontri. Credo entrambi i nostri piloti abbiano più fiducia ora".

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti