Tu sei qui

Foto-Spia: in arrivo il Monster 800?

Le voci si rincorrevano da tempo. Il motore sarà l'821cc che equipaggia anche l'Hypermotard?

Foto-Spia: in arrivo il Monster 800?

La Ducati Monster 1200, svelata durante l'ultimo Salone Eicma, è stata una delle grandi rivoluzioni che la casa di Borgo Panigale ha messo in atto negli ultimi tempi. Per gli amanti de 'La Naked' nuda e cruda, con il suo raffreddamento ad aria, quest'ultima versione ha tracciato una linea di demarcazione con il passato. Già, perchè Il Monster 1200 ha adottato il nuovo propulsore Testastretta 11°DS che equipaggia praticamente tutti i modelli bolgonesi di 'cilindrata piena'.

Non c'è assolutamente da stupirsi: progettare, creare e sviluppare un motore è uno dei processi più costosi per una casa. Logico quindi pensare ad uno sfruttamento trasversale di un'unità.

Ecco perchè, durante l'ultima presentazione Ducati Diavel, durante il Salone del Motodays, parlando con alcuni uomini Ducati, alla domanda di un nuovo Monster di media cilindrata, la risposta fu scontata: "Non c'è nulla di definito fino in fondo, ma è chiaro che ai vertici ci stanno pensando seriamente", che tradotto in parole più semplici, significava che la moto stava già girando da qualche parte, evidentemente. La risposta definitiva che teoricamente dovrebbe chiudere la questione, ce la offre indirettamente il sito Bike Social, che ha pubblicato queste foto-spia di un Monster con 'cilindrata di mezzo'.

Attraverso queste primissime immagini 'rubate', è possibile notare una copia ciclistica ed estetica di questa Monster, rispetto alla sorella che abbiamo provato in terra spagnola da 1200cc. A ben vedere però, una prima modifica si può scorgere, ed è rappresentato dal forcellone posteriore, che in questo caso segue uno schema bi-braccio più tradizionale rispetto al 'monobraccio' della sorella maggiore. Il motore dovrebbe essere ovviamente la specifica da 821cc del Testastretta 11°DS che abbiamo già trovato sulla Hypermotard e sulla Hyperstrada, in grado di sfornare 110 cavalli ed una coppia massima di 89,2 Nm.

Nuova anche la collocazione della targa, più tradizionale, considerando anche che la collocazione della Sorella Maggiore risultava possibile solo con il Monobraccio.

Ducati quindi, come era prevedibile, vuole scendere in campo in un campo di battaglia assolutamente insidioso. Dopo gli anni di dominio storici con la piccola Monster, Yamaha, Triumph, Kawasaki ed MV Agusta si sono affacciate a questo tipo di cilindrata, con moto di natura e caratteristiche diverse, ma al contempo accomunate da due caratteristiche: animo naked e adrenalinico. Ora, la Rossa vorrebbe tornare a contendere il ruolo di protagonista tra le nude di media cilindrata, dopo aver sperimentato le strade dell'Hypermotard e dell'Hyperstrada, che costituiscono, di fatto, un percorso parallelo ma diverso. Riuscirà a riprendersi lo scettro? La risposta, secondo Bike Social, dovrebbe arrivare durante il WDW 2014, quando dovrebbe essere ufficialmente svelata la nuova Monster di media cilindrata.



Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti