Tu sei qui

Moto3, Qatar: Miller ferma il dominio spagnolo

L'australiano interrompe una serie di 17 vittorie di fila. Antonelli 9º davanti a Bagnaia

Lo scorso anno, i piloti spagnoli avevano vinto 17 GP su altrettanti appuntamenti nella classe cadetta. In Qatar, Jack Miller (AUS) ha interrotto questa "striscia" iberica (l'ultima vittoria di un pilota non spagnolo risale a Valencia 2012 con Danny Kent) conquistando la prima gara della stagione e della sua carriera. Sul podio con lui anche Alex Marquez (primo fino a poche curve dal termine, poi vittima di un errore) ed Efren Vazquez, furbo a fare linee diverse nella volata sul rettilineo d'arrivo. Più attardati gli azzurri: il primo in classifica è Niccolò Antonelli, nono davanti a Francesco Bagnaia. Dopo aver dominato le prove libere, solo dodicesimo Romano Fenati.

"Alex ha fatto il ritmo e non ero a mio agio in tutti i settori, ma sono riuscito a rimanergli attaccato – ha detto Miller – All'ultimo giro si è difeso in staccata poi ha fatto un errore, all'inizio quasi credevo che avesse fatto apposta per evitare di avermi in scia al rettilineo. Sono molto contento per questa vittoria".

LA CRONACA – Miller ha lo spunto migliore e si porta al comando davanti a Marquez, mentre il poleman Rins è autore di una partenza disastrosa e si ritrova in decima posizione. Inizio aggressivo anche per Antonelli, sesto alle spalle di Kornfeil ed Isaac Viñales. Fenati e Bagnaia invece scivolano fuori dalla Top 10, in undicesima e dodicesima posizione. Problemi per Ferrari, che si ritrova ultimo e staccato dal gruppo (sarà poi costretto al ritiro).

Miller e Marquez sono gli unici a girare in 2'06 basso, e mettono subito mezzo secondo di margine tra sé e gli inseguitori, che si ostacolano anche con diversi sorpassi. Fenati, decimo, prova a rispondere con il best lap in gara ma resta intrappolato nel folto gruppo degli inseguitori. Risale invece Rins, che recupera fino al terzo posto. Quasi due secondi lo separano però dalla coppia di testa.

Quando mancano dieci giri alla fine, il passo dei primi è impostato sul 2'06 medio. Marquez e Miller sembrano ora limitarsi ad amministrare i quasi tre secondi di margine sugli inseguitori, a loro volta sgranati in due gruppi: Rins lotta per il terzo posto insieme a Vazquez, Oliveira, e Kornfeil. Fenati, settimo, cerca di ricucire lo strappo portandosi dietro Masbou, McPhee, Antonelli e Bagnaia.

Dopo il giro di boa, Rins lima circa un secondo di gap rispetto ai primi due. La sua lotta con Vazquez e Kornfeil è da cineteca, con ripetuti scambi di posizione. Nel gruppo c'è anche Fenati, anche se in coda (nono) alle spalle di Oliveira, Masbou e Viñales.

A cinque giri dal termine, il gruppo degli inseguitori (trainato da Vazquez) "mangia" circa tre decimi al giro a Marquez e Miller. A questo punto, Marquez prova a dare un altro strappo e lascia Miller nel mirino di Rins. Dal secondo gruppo si stacca invece Fenati, mezzo secondo più lento e nono davanti a Bagnaia ed Antonelli.

Quando mancano due soli giri, il gruppo è ormai ricompattato. Marquez resiste a Miller alla staccata in fondo al rettilineo. L'australiano ci riprova e forza un errore del fratello di Marc, che rientra in quarta posizione alle spalle di Rins e Oliveira. Il foto-finish finale incorona Miller davanti a Marquez e Vazquez. Seguono Oliveira, Rins, Kornfeil, Masbou, e I. Viñales. Il primo italiano in classifica è Antonelli, nono davanti a Bagnaia. Fenati 12º, Bastianini 16º, Tonucci 21º, Locatelli 23º.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti