Tu sei qui

MotoGP, Albesiano: Aprilia forse fra le Factory

"Il cambio di regolamento ci ha spiazzato. Speso soldi per niente. Dovremmo essere Factory come Ducati"

In tempo per l'ultimo turno di libere è arrivato a Losail Romano Albesiano, il nuovo responsabile del reparto corse Aprilia dopo la partenza di Gigi Dall'Igna.

Il tecnico ha fatto base nel team Iodaracing di Danilo Petrucci, cercando di aiutare il pilota ternano a prendere confidenza con la RSV-4 in versione ART. Una moto, non dimentichiamolo, che l'anno passato ha lanciato Aleix Espargarò mettendo in difficoltà più di un prototipo.

L'Aprilia aiuta fattivamente la squadra con due suoi tecnici: il responsabile dell'elettronica Nicola Biliato e il tecnico delle sospensioni Oscar Bolzonella.

"Il problema attuale è l'adattamento al software Dorna - spiega Albesiano - l'Aprilia ha infatti sempre usato centralina e software proprietario, la conseguenza è che per noi la Marelli è un altro mondo. Per questo motivo dal 31 marzo al 2 aprile saremo a Jerez per fare dei test e cercare di recuperare il tempo perduto".

Non è contento, Albesiano, di come sono andate le cose, a livello regolamentare. Gli ultimi cambiamenti introdotti a ridosso della partenza del campionato, infatti, lo hanno spiazzato.

"A sapere come sarebbe andata a finire avremmo corso anche noi come Factory. Avremmo così potuto continuare ad utilizzare la nostra elettronica, oltre agli altri vantaggi che pure la Open ha".

Come ha fatto la Ducati, insomma.

"Sì, esattamente. Intendiamoci: non è che i cambiamenti nel regolamento siano stati fatti appositamente per danneggiarci, ma il risultato è questo. Abbiamo speso del denaro per adeguarci per ritrovarci poi ad avere risultati peggiori".

Ciò potrebbe portare ad una accelerazione dei programmi.

"Se il regolamento rimarrà questo non è detto che non ci si iscriva come Factory, la prossima stagione. L'ideale sarebbe poterlo fare già da quest'anno. Il nostro programma per il ritorno in MotoGP, infatti, sta andando avanti. I prossimi step evolutivi saranno la testata con valvole pneumatiche ed un cambio seamless".

Il pilota per lo sviluppo è Danilo Petrucci che, nonostante le difficoltà del team che non ha mai praticamente provato durante l'inverno, si è fatto trovare pronto.

Per lui una bella cura dimagrante.

"Sono alto e muscolato - ha detto ridendo - ma sto facendo una vita da atleta: ho perso 5 Kg. Ora sono a 78 con una massa grassa del 9%. Sotto non riesco ad andare".

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti