Tu sei qui

MotoGP, Lorenzo: da incazzato ad arrabbiato

"Ho fatto un giro secco alla morte e neppure Yamaha capisce perché Aleix vada così forte"

Ieri ero incazzato, oggi solo arrabbiato”, il sintetico riassunto di Jorge Lorenzo sulla sua situazione. Vedere il vicecampione del mondo entrare per il rotto della cuffia in Q2 è una scena che andava al di là della più fervida immaginazione. Eppure è successo tutto sotto le luci artificiali del Qatar.

Come mai solo arrabbiato?

Almeno siamo più vicini ai primi, anche se il giro secco l’ho fatto alla morte rischiando tantissimo. Come ho detto ieri, mi sembrava di guidare senza controllo di trazione”.

Perché Aleix è così veloce?

Non lo so, ha una moto più vecchia di due anni rispetto a me. Forse lo aiuta un motore meno potente, oppure un telaio più morbido. Nessuno lo sa, neppure i tecnici della Yamaha”.

Qual è il tuo problema?

Le gomme, come già successo a Sepang non riusciamo a trovare la soluzione. È lo stesso anche per Valentino, in Malesia era stato veloce nel giro secco ma non sul passo. Per Honda e Ducati è diverso, si adattano meglio”.

Ne hai parlato oggi in Safety Commission?

Non sono riuscito ad andare, avevo un evento promozionale”.

Cosa si può fare?

Il meglio con quello che abbiamo, cercheremo di adattare la moto”.

Quale risultato puoi aspettarti in qualifica e in gara?

Dal quarto al settimo posto per lo schieramento. In gara, invece, le Open non potranno usare la gomma morbida e non dovremmo avere questo svantaggio. Ventidue giri sono lunghi, questo potrebbe aiutarci, la gomma ha un calo deciso dopo pochi giri”.

Chi è il favorito?

Aleix anche se è difficile capire come mai vada così forte, addirittura più di noi ufficiali”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti