Tu sei qui

MotoGP, Espargaró: la pole? preferisco il podio

Iannone: "tempo senza gomma morbida. Siamo sulla strada giusta ma non è finita"

La reazione al termine delle prime prove di libere è stata identica sia per Aleix Espargaró che per Bautista: “mai visti così tanti giornalisti”, hanno scherzato. Non lo hanno fatto invece in pista, con il pilota Open autore del giro – quasi – record 1’55”201 e quello Factory a 0”466. “Sono felice, anche oggi sono riuscito a tenere un buon passo – ha detto Aleix Avevo il vantaggio dei test, ma mi sono sentito alla grande sulla moto. Non sono andato forte solo con la morbida, anche con la dura sono riuscito a girare subito in 1’55” e il ritmo gara è la cosa più importante”.

Il pilota di Forward è realista: “oggi tutto era a nostro favore, ma siamo stati bravi ad approfittarne – ha sottolineato – La sensazione di essere primo è bellissima. Siamo riusciti anche a migliorare l’elettronica e sono con i primi, con una moto vecchia di due anni rispetto a quella delle ufficiali. Spero che ci sia ancora la BMW in palio per il migliore in qualifica a fine stagione, ma il mio vero obiettivo è il podio”.

Alvaro BautistaAnche Bautista ha specificato che “i test ci hanno dato un vantaggio. Oggi non ho fatto grossi cambiamenti sulla moto, abbiamo solo adattato il setting alla pista più sporca”. Lo spagnolo non si lamenta neanche delle gomme, “anzi ho provato per la prima volta la posteriore dura – ha raccontato – E’ andata molto meglio di quanto mi aspettassi, il grip non peggiora molto, non escludo di usarla in gara. L’importante sarà riuscire a essere costanti dal primo all’ultimo giro”.

Difficile sperare in una partenza migliore anche per Bradley Smith, autore del terzo tempo. “Le condizioni della pista erano diverse da quelle dei test, ma sono migliorate durante il turno e sono riuscito a girare di nuovo in 1’55” – la sua analisi - Riuscivo a tenere il ritmo agevolmente e ho deciso di non spingere al limite, sarebbe stato troppo rischioso. Sono fiducioso di avvicinarmi al primo tempo nei prossimi giorni, il mio obiettivo è stare davanti alle Factory più tempo possibile”.

Andrea IannoneLa bandiera della Ducati è stata tenuta in alto da un altro pilota presente ai test, Andrea Iannone. “Con le nuove regole il livello è più bilanciato e sto tornando a divertirmi” ha esordito. Oggi è stata anche l’occasione per provare la gomma morbida: “ma non ho fatto il tempo con quella – ha spiegato – Non la conoscevo, non ho spinto al primo giro e negli altri due ho trovato Hayden davanti che mi ha rallentato. Potrà darci un vantaggio, anche di mezzo secondo al giro, ma prima bisogna riuscire a sfruttarla, adeguare il set up della moto”.

Il bilancio è senza dubbio positivo “anche se la situazione non è del tutto realistica. Però siamo sulla strada giusta, bisogna continuare a seguirla, non siamo certo alla fine del nostro lavoro”, ha concluso.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti