Tu sei qui

MotoGP, Lorenzo: le nuove gomme sono pericolose

"Il ritardo è il risultato di pneumarici e dello svantaggio di non avere fatto i test. Spero di recuperare"

Il primato di più arrabbiato dopo il turno di libere spetta di diritto a Jorge Lorenzo. Il maiorchino si è trovato in nona posizione con un ritardo dal primo che sfiora il secondo e mezzo. Un piccolo disastro per l’esordio stagionale e il pilota Yamaha individua facilmente il colpevole: “la nuova gomma semplicemente non funziona”, dice.

Cosa è successo?

Non c’è aderenza, appena apro il gas la gomma posteriore inizia a patinare. Direi che la sensazione è del tutto simile a quella di Sepang, la moto si muove molto".

Oggi però sei più indietro che in Malesia.

Lì partivamo tutti allo stesso livello, invece qui chi ha fatto i test è avvantaggiato. Il ritardo è il risultato di questo svantaggio e dei problemi con le gomme”.

Quindi Aleix è il favorito?

Per la pole position sì, ma la gara è un’altra cosa. Bisogna cercare di avvicinarsi, lavorando sulla moto e poi anche la pista migliorerà. Però le sensazioni generali non si possono cambiare”.

Allora come si fa?

Concentrandosi sui punti dove si può intervenire. Cioè l’assetto e lo stile di guida. Gli pneumatici danno problemi a tutti non solo a me”.

Quali sono?

Il posteriore pompa e al massimo angolo di piega si innesca il chattering. La carcassa è troppo rigida, la mescola più dura è impossibile da utilizzare. Anche Valentino ha gli stessi problemi, ma soffre un po’ meno per via del suo stile di guida”.

Hai parlato con i responsabili della Bridgestone?

Loris Capirossi è venuto da me, gli ho spiegato la situazione e anche gli altri piloti. Spero che adesso lui possa aiutarci a trovare una soluzione. È veramente difficile guidare così”.

È anche pericoloso?

Io dico di sì. Dai dati si vede che il traction control lavora moltissimo, ma in sella la sensazione è che sia spento. Appena tocchi il gas la moto si intraversa e io non ho mai guidato così. Non c’è grip. Domani ne parleremo in Safety Commission, c’è un problema di sicurezza non solo di prestazioni”.

Un disastro.

Sembra di guidare una moto diversa, ma la M1 è competitiva sono le gomme a cambiare tutto”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti