Tu sei qui

Moto2, FP2: Super Nakagami, 7° De Angelis

Il giapponese è inseguito da Rabat e Cortese, out dai primi dieci Pasini

Sventola la bandiera giapponese nella notte del Qatar. Ad illuminare la seconda sessione di libere è infatti la Kalex di Nakagami, che blocca il cronometro sul tempo di 2’00”522, migliorando di oltre mezzo secondo la prestazione di Kallio. Questa volta il finlandese è chiamato ad inseguire in decima posizione, ad oltre mezzo secondo. A rincorrere il giapponese ci pensa quindi Esteve Rabat (+0.052), terzo con la Kalex, davanti ad un sorprendente Cortese (+0.147) e Viñales (+0.249). Migliore degli italiani Alex De Angelis, che chiude al settimo posto la prima giornata di prove.

Al via della sessione conclusiva del giovedì, ci pensa proprio Nakagami ad aprire le ostilità, piazzando subito la prima zampata. Il giapponese gira solo quattro millesimi più lento, rispetto al miglior tempo fatto realizzare da Kallio nella FP1. La Kalex del pilota finlandese è però appena lì dietro, davanti a quella di Rabat. Distacchi minimi per i primi tre, racchiusi in un solo decimo. Chi insegue è Luthi, costretto a pagare oltre mezzo secondo dal leader e a guardarsi dagli attacchi del connazionale Aegerter e del campione di Moto3 Viñales. Più staccato è invece Alex De Angelis, che inizia però ad intravedere la luce dopo il problema elettrico patito nella prima sessione. In difficoltà invece Simone Corsi e Matini Pasini, che a metà prove sono fuori dalla top ten, così come i connazionali Baldassarri e Morbidelli, out dai primi venti. Intanto si accende la lotta per le posizioni di testa, con Rabat che sopravanza in classifica Nakagami. Il giapponese però non ci sta e a venti minuti dal termine si riprende la prima posizione, fermando il cronometro sul tempo di 2.00.588, a soli quattro decimi dal record di Bradl. In classifica gli svizzeri Luthi e Aegerter risalgono la china, mentre Kallio e Viñales girano a mezzo secondo di ritardo, preceduti da Cortese.

La sfida al vertice subisce un ulteriore scossone a due minuti dal termine, quando la Kalex di Rabat migliora il tempo di Nakagami, ma la risposta del giapponese non tarda ad arrivare, perché nell’ultimo tentativo Nakagami si riprende la testa della classifica per soli cinquantadue millesimi. Soprende Cortese, terzo (+0.147), il quale migliora di un secondo e mezzo la sua prestazione, così come Viñales quarto (+0.249). Nella top ten, con il settimo tempo, c’è anche Alex De Angelis (+0.410), preceduto dagli svizzeri Aegerter (+0.331) e Luthi (+0.388). Solo decimo Kallio (+0.517), autore del miglior tempo nella prima sessione, mentre dodicesimi e tredicesimi Corsi (+0.697) e Pasini (+0.702). Nella top venti resiste Lorenzo Baldassarri, mentre quattro posizioni più indietro Morbidelli, il quale ha accusato problemi di instabilità con la moto.

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti