Tu sei qui

MotoGP, Ioda: Suter si riprende le vecchie moto

Conti non pagati: "abbiamo lasciato la Moto2 solo per far correre Krummenacher"

La stagione non è iniziata nel migliore dei modi per il team Iodaracing, dopo avere perduto sei giorni di test in Malesia e senza ancora una moto per Leon Camier, ora è Eskil Suter a lamentarsi con la squadra italiana. Attraverso Speedweek.com, il proprietario dell’omonima engineering ha fatto sapere che a causa di conti non pagati per la fornitura 2013 ha dovuto prelevare le moto guidate da Petrucci e Pesek nella scorsa stagione.

In teoria avremmo dovuto prendere anche le Moto2, ma poi Krummenacher non avrebbe potuto correre e, solo perché si trattava di lui, abbiamo chiuso un occhio”, ha detto Suter, specificando che lo svizzero avrà a disposizione la moto 2013 ex Zarco e non il nuovo modello. L’ex pilota non è comunque contento della situazione, “se volessimo venderle, per 80, 100mila euro l’una dovremmo investirne almeno 50 a moto, non hanno l’elettronica e neanche i motori, che venivano noleggiati da BMW”.

Suter ha preso spunto dalla situazione per dire la sua sullo stato del campionato. “Sacchi ci ha detto di non preoccuparci dei soldi, che avrebbe saldato, ma dopo l’esperienza con Forward, con cui abbiamo litigato una anno e mezzo, non abbiamo più voluto stare a guardare. Quando le squadre non pagano le fatture, si capisce quale sia il livello del motomondiale. Ci sono tre team ufficiali e, dietro di loro, solo il caos”.

Quest’anno le moto del telaista elvetico non saranno più presenti sullo schieramento. “Ci sarebbe la squadra che schiera Martin Bauer – ha aggiunto – sarebbe interessata a due moto, ma non credo che abbia le risorse”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti