Tu sei qui

MotoGP, Iannone: il giro secco non era l'obiettivo

Parlano i protagonisti dei test in Qatar. Petrucci: "serve solo maggiore esperienza"

La pista del Qatar ha dato oggi le prime risposte ai team satellite e Open presenti per gli ultimi giorni di test invernali. Aleix Espargaró è stato il riferimento sulla Yamaha adattata al nuovo regolamento, un risultato che non stupisce, semmai una conferma di quanto fatto vedere a Sepang. È però la M1 in tutte le sue versioni a essere stata protagonista, prendendosi tutto il podio con i due alfieri di Tech 3. In ombra invece le Honda, che continua a dare l’impressione di fare paura solo quando a guidarla ci sono Marquez e Pedrosa.

Ducati esce un po’ ridimensionata, ma Iannone non si è ancora del tutto adattato alla GP14 e soprattutto ha dovuto portarne avanti lo sviluppo per la prima volta da solo. Ancora guai per la Honda Open e sembra sempre di più che non basterà a lavorare sul setup per rialzare la testa. Resta da scoprire se e quando HRC la aggiornerà. Infine, non ci si poteva aspettare di più da Petrucci al suo debutto sull’Aprilia. Per lui è tutto nuovo e ci vorrà tempo prima di giudicare.

Andrea Iannone: "Tutto sommato oggi è andata bene. Ci siamo concentrati molto sulle prove di durata, abbiamo lavorato più in ottica gara piuttosto che cercare il miglior tempo. Abbiamo girato costantemente su tempi buoni. Sono molto tranquillo, abbiamo ancora margine per migliorare".

Yonny Hernandez: "Ho lavorato molto per migliorare la durata della gomma. Non sono soddisfatto del tempo finale perché ero partito bene e non sono riuscito a migliorare molto. Domani credo di poterlo fare".

Aleix EspargaróAleix Espargaró: E’ stata una giornata di lavoro molto positiva. Non sono partito fortissimo, ma quando, a un’ora e mezza dal termine del turno, ho montato la gomma dura davanti sono riuscito a ritrovare le stesse sensazioni di Sepang e ad andare veloce. Il feeling è buono sia con la gomma dura sia con la morbida e questo mi dà molta fiducia in vista dell’avvio della stagione e delle prime gare”.

Colin Edwards:Oggi non è andata male. Siamo partiti da quanto fatto a Sepang continuando a lavorare per migliorare il feeling in curva e sono abbastanza soddisfatto. Sono riuscito ad abbassare il mio limite sul giro e a migliorare la mia posizione in classifica. Anche il mio feeling con l’anteriore è migliorato, abbiamo ancora molto da fare, dobbiamo continuare così”.

Bradley SmithBradley Smith:E’ stata una buona giornata. Sono felice perché il setup base ha funzionato immediatamente, significa che abbiamo fatto un buon lavoro a Sepang e non abbiamo avuto bisogno di fare molti cambiamenti. Le condizioni della pista erano migliori di quanto mi aspettassi ed è positivo, potremo fare dei buoni test. E’ un po’ frustrante essere stato il più veloce per quasi tutto il giorno per poi essere superato alla fine, ma è solo il primo giorno e ne rimangono altri due. Domani faremo qualche cambiamento, sono contento dell’assetto, ma voglio essere sicuro che la direzione è quella giusta. Sicuramente farò la simulazione gara nell’ultimo giorno, e possibilmente un’altra domani”.

Pol Espargaró: Sono molto felice di com’è andata perché è stata la mia prima volta con una MotoGP su questo circuito. Mi fa piacere potere guidare su un’altra pista, mi permette di esplorare di più la moto. C’è molto da imparare e l’obiettivo nei prossimi due giorni è di riuscire a guidare un po’ più morbido, è il modo per andare più veloci con la Yamaha. Sto ancora lottando troppo con la moto, devo diventare un tutt’uno con lei. Comunque la moto andava bene oggi e la squadra mi ha aiutato molto per adattarmi velocemente a questa pista”.

Danilo PetrucciDanilo Petrucci:Sono molto soddisfatto di quanto fatto oggi. La moto mi piace moltissimo, dà molta confidenza e va veramente bene. Non salivo in moto da moltissimo tempo, ho della ruggine da togliermi di dosso, quindi oggi mi sono concentrato nel capire la ART in pista e al box. Insieme ai tecnici di Aprilia sia io che la mia squadra stiamo scoprendo la moto. Oggi ci siamo concentrati sull’elettronica, ma nonostante le tante soste ai box sono riuscito a girare parecchio. Sono anche soddisfatto del mio tempo considerando che sono al mio primo giorno di prove e i miei colleghi sono al settimo. Domani continueremo a lavorare come abbiamo fatto oggi per fare esperienza.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti