Tu sei qui

MotoGP, Open o Factory? Adesso arriva la Factory 2

Un litro e mezzo di benzina e tre motori in meno per le Open 'vincenti'. Ezpeleta: "la decisione l'11 marzo"

L’ufficio complicazioni affari semplici della Dorna ha fatto il suo ingresso in campo e ha partorito, accanto a Factory e Open, la nuova categoria Factory 2. Cosa sia lo spiega Carmelo Ezpeleta in un’intervista concessa allo spagnolo AS. “Chi corre nella Open dopo una vittoria, due secondi posti o tre terzi posti passerà da 24 litri di carburante a 22,5 e da 12 motori a disposizione a 9”, ha argomentato il numero 1 della MotoGP. Una sorta di principio di compensazione che sembra essere anche un contentino per la Honda, che si è scagliata prima contro Yamaha e poi Ducati, ree di non avere rispettato la filosofia della nuova categoria.

La Factory 2, che avrà l’indubbio merito di complicare ancora di più le regole, è per ora solo una proposta, ma Ezpeleta è  sicuro che passerà: “per bocciarla la MSMA (l’associazione dei costruttori ndr) deve avere l’unanimità, ma Ducati è con noi”. Il prossima martedì, 11 marzo, la Grand Prix Commission dovrebbe ratificare il nuovo regolamento, con buona pace della Honda. “Se mi aspetto ritorsioni? Con Nakamoto siamo amici, ha detto che potrebbe lasciare per andare in Superbike, ma io ci sono anche lì”.

Don Carmelo sembra sicuro delle sue mosse ed effettivamente fino a ora i risultati sono stati quelli che prospettava. Ora sta spingendosi ancora più in là non negando che “l’obiettivo finale è che tutti corrano con le Open. Non prima della fine del 2016 secondo i contratti, ma le cose si stanno evolvendo velocemente”.

Ezpeleta ha messo sul tavolo le sue carte nella lotta con i giapponesi e la mano vincente sembra averla lui. Il rovescio della medaglia è però rendere ancora più fumoso il regolamento, con ben tre categorie che potrebbero convivere fino al 2016 rendendo la situazione praticamente incomprensibile per il grande pubblico, che dovrà abituarsi a guardare i GP con il telecomando in una mano e il regolamento (e magari un calcolatrice) dall’altra.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti