Tu sei qui

MotoGP, Test: Rossi prova a sfruttare il vento

I TEMPI ALLE 13: il "Dottore" primo con una nuova carena. Poi Pedrosa e Crutchlow

Il terzo ed ultimo giorno di prove della MotoGP a Phillip Island è cominciato, come da previsioni, sotto un cielo coperto che ha anche fatto cadere qualche lieve goccia di pioggia sul tracciato. Fortunatamente, non abbastanza fin qui da tenere i piloti nei box troppo a lungo.

Il primo ad avventurarsi in pista è stato Valentino Rossi, che ha anche provato la nuova carena (dall'aerodinamica sostanzialmente modificata, con un muso più schiacciato e affusolato, oltre che una diversa presa d'aria dell'airbox) già utilizzata ieri dal compagno di squadra Jorge Lorenzo (vedi foto).

© RedGhostOnline & Vikki Robinson Il "Dottore" è stato seguito a ruota dal resto dei (pochi) piloti della classe regina presenti in Australia, ed alla pausa pranzo è proprio lui il più veloce, con un 1'29.554 in 28 giri all'attivo (ma ancora nessun long-run, a causa appunto della pioggia caduta a intermittenza) che replica quasi al millesimo il proprio miglior riferimento di ieri nonostante le condizioni teoricamente meno favorevoli della pista.

Sia Dani Pedrosa (+0.272) che Cal Crutchlow (+0.439) sono sotto al mezzo secondo di distacco, mentre Andrea Dovizioso (+0.547) e Jorge Lorenzo (+0.598) non sono ancora scesi all'1'29.

Nella Moto2, Tito Rabat continua a fare la lepre con un 1'32.194 che eguaglia i propri migliori riferimenti di ieri, seguito a distanza (quasi un secondo) da Jordi Torres e Mika Kallio. Più attardato Nico Terol, comunque regolarmente in pista dopo la caduta di ieri alla curva 10.

Tempo permettendo, la Bridgestone ha chiesto a tutti i piloti di provare una simulazione di gara.

I TEMPI ALLE 13

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti