Tu sei qui

MotoGP, Honda: Ducati tradisce lo scopo della Open

Suppo: "dobbiamo discutere con Dorna. Non ci piace l'introduzione di un nuovo software"

Il rapporto tra Honda e la categoria Open voluta da Dorna non è mai stato idilliaco. Nakamoto ha più volte ripetuto che se fosse questo il futuro della MotoGP da Tokyo sarebbero pronti a lasciare il Circus. Il vicepresidente HRC si era poi scagliato contro la Yamaha, rea di avere dato un’interpretazione ‘scorretta’ della filosofia Open mettendo in campo una M1 mascherata. Adesso è la volta di Livio Suppo, che con l’ingresso di Ducati vede un altro problema. Avere una Casa che compete con le nuove regole significa, secondo il team principal, tradire l’obiettivo originario della formula, quello di abbassare i costi.

Come Honda, la nostra posizione è chiara – ha detto il manager a motogp.com - Capiamo che Ducati è dietro e che stanno provando di tutto per recuperare. Sicuramente il regolamento della Open gli permetterà di lavorare sul motore, è un aspetto importante per loro, lo capisco. Dall’altra parte, non siamo contenti che, solo pochi giorni prima dell’annuncio di Ducati di passare alla Open, sia stato introdotto dalla Magneti Marelli un nuovo software, che è molto più sofisticato rispetto a quello standard per questa categoria. Penso che sia qualcosa di cui dobbiamo parlare”.

Dal Giappone vogliono un chiarimento, anche perché i vantaggi dati alle Open sono molti, capaci di cambiare gli equilibri se a investirci c’è un azienda. “Alla fine, se nella Open ci sarà una moto ufficiale non sarà una categoria poi tanto economica – ha continuato - Io penso che l’obiettivo della Open sia invece quello di creare una categoria meno costosa. Dobbiamo capire, insieme a Dorna e MSMA, se lo scopo della Open sia chiaro a tutti. Noi, come penso tutti, avevamo capito che queste moto dovessero costare meno rispetto alle Factory, ma secondo l’interpretazione di Ducati non è così. E’ solo una domanda, per sederci tutti insieme e capire cosa vogliamo per il futuro”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti