Tu sei qui

MotoGP, Ioda conferma: Petrucci c'è, Camier no

In Qatar Danilo salirà sull'Aprilia, fino a ora affidata solo al collaudatore Hoffman con Pirelli

Iodaracing ha rotto il silenzio con un comunicato. Con un tempismo perfetto, verrebbe da dire, considerato che proprio oggi la FIM ha diramato la nuova lista dei piloti iscritti alla MotoGP che non vede presente il nome di Leon Camier, come da noi anticipato. La nota della squadra di Giampiero Sacchi la riportiamo integralmente.

Sarà Danilo Petrucci ad essere schierato con la ART del Team Iodaracing MotoGP a partire dai prossimi test del Qatar in programma dal 6 al 9 marzo prossimi, mentre rimane confermato Randy Krummenacher nella Moto2.

Iodaracing Project s.r.l. continua a lavorare per poter schierare anche il suo secondo pilota, il britannico Leon Camier, con il quale c'è un accordo ma non un contratto in essere.

Giampiero Sacchi: "la nostra priorità è iniziare il lavoro con Aprilia per lo sviluppo della moto secondo le tappe che ci siamo prefissati. Stiamo comunque lavorando per riuscire a schierare anche una seconda MotoGP durante la stagione”.

Iodaracing non fa quindi che confermare quello che avevamo rivelato qualche giorno fa. Che il solo Petrucci sarà in Qatar e che Camier invece rischia di rimanere a piedi e, si scopre, che addirittura l’inglese non ha neppure un contratto firmato. Dello sponsor che dovrebbe sositituire Came, inoltre, non si fa cenno. I problemi per il team ternano quindi non sono ancora del tutto risolti e l’incognita più grande è, in questo momento, forse la moto.

Come avevamo scritto, Danilo ha provato solo una RSV4 in versione Superbike e senza le gomme Bridgestone, ma con le Pirelli. Stesse coperture anche per il collaudatore di Noale Alex Hoffman che sta girando in Spagna con l’obiettivo di portare avanti lo sviluppo dell’elettronica Magneti Marelli destinata alle Open.

Questo significa che Petrux in Qatar salirà per la prima volta su una moto e avrà solo tre giorni per conoscerla e contemporaneamente svilupparla prima della partenza del campionato. Sicuramente non si tratta del migliore avvio per la nuova avventura targata Aprilia in MotoGP.

"E' nostro interesse, e interesse della Dorna, che l'Aprilia sia presente - ha aggiunto Romano Albesiano - noi proseguiremo comunque lo sviluppo della Art nell'ambito dei nostri programmi".

Una conferma implicita dell'intervento di Carmelo Ezpeleta a cui come sempre sta a cuore la partecipazione delle Case. Oggi ancora di più visto che si va sempre di più verso un mondiale in configurazione 'Open'.

Noi confermiamo il nostro ‘in bocca al lupo’ alla squadra, al momento sembra averne bisogno.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti