Tu sei qui

MotoGP, Crutchlow con le mani... nell'urina

L'inglese riscopre una vecchia cura per risolvere il problema delle vesciche

Altro che elettroniche sopraffine, cambi seamless e tecnologie segrete, anche in MotoGP i rimedi della nonna sono sempre i migliori. A darne una dimostrazione oggi è stato Cal Crutchlow, alle prese con le vesciche alle mani, inconveniente non raro considerate le temperature e l’umidità della Malesia. Per curarle l’inglese ha usato una cura antica, che ha descritto nel suo solito modo irriverente su Twitter: “ecco quello che è successo oggi! Venti minuti con una maschera a gas con le mani in una bacinella col mio piscio. Vesciche!”.

L’immagine può sembrare assurda ma l’urinoterapia è una cura vecchia quasi quanto l’uomo, che gli antichi conoscevano bene, dai greci, passando per romani e indiani. In verità non ci sono prove scientifiche dei suoi benefici, ma questo medicamento viene utilizzato dai suoi sostenitori nel trattamento delle sue svariate malattie. Se funziona, ce lo dirà Cal domani. Intanto, in questi tempi di crisi, verrebbe da sostenere che nel paddock non si butta via proprio nulla.


Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti