Tu sei qui

Davide Giugliano presenta Motodays 2014

Il pilota capitolino del team Ducati SBK tra gli ospiti della conferenza stampa di lancio

Davide Giugliano presenta Motodays 2014

Con la conferenza stampa di lancio, parte ufficialmente l'edizione 2014 del Motodays di Roma, la fiera per gli appassionati delle due ruote. Una cerimonia in grande stile, che tende ancor di più a sottolineare la crescita di un evento giunto alla sua sesta edizione, e che solo lo scorso anno, ha portato oltre 141.000 appassionati a visitare i padiglioni della Fiera di Roma. Anfiteatro - è il caso di dirlo - della conferenza è stata la Sala Rossa del Muso d'Arte Contemporanea di Roma MACRO. Protagonisti della giornata, l'amministratore unico di Fiera Roma Mauro Mannocchi, che ha fatto da 'cicerone' ai giornalisti accorsi. Ospiti illustri sono intervenuti, tra cui Pier Francesco Caliari, Presidente di Ancma, Mauro Giustibelli, Event Manager di Motodays, Silvio Manicardi, Giampiero Sacchi e Davide Giugliano, il pilota capitolino reduce dalla trasferta australiana con il team Ducati Superbike.

"Motodays è ormai una manifestazione 'made in Rome' ma di rilevanza nazionale, quindi siamo orgogliosi che la capitale sia diventata il centro dell'attenzione per un evento così importante. Credo che la passione per le due ruote, malgrado la frenata nei consumi, non sia mai venuta meno" ha sottolineato Mannocchi, che ha poi aggiunto "Mi auguro che ci siano le condizioni affinché il mercato possa riprendersi in tempi brevi. Per noi Motodays è uno degli appuntamenti più importanti in Fiera Roma, anche perché sei anni fa ha tenuto a battesimo la nuova piattaforma espositiva".

Proprio sull'andamento del mercato delle due ruote ed i problemi del mondo della mobilità, è intervenuto Pier Francesco Caliari, presidente di Ancma, da sempre molto attivo su questo argomento. Caliari ha mostrato un leggero ottimismo sugli andamenti delle vendite in questo primo scorcio di 2014, ma ha comunque sottolineato i tanti problemi di chi va in moto, puntando il dito sul costo delle assicurazioni: "Dopo tanto tempo forse qualche cosa sul mercato si sta muovendo. I «numeri» degli eventi come Motodays o Eicma non possono essere altro che la conferma di una passione che esiste. Oltre alla voglia della moto oggi c'è anche l'esigenza della mobilità: se vogliamo diminuire i problemi di inquinamento, di posteggio, e di tutto il nervosismo che ne consegue, l'utilizzo delle due ruote può essere soltanto positivo. Abbiamo chiuso lo scorso anno con 185.000 veicoli immatricolati: numeri decisamente non incoraggianti. Ma negli ultimi due mesi sono arrivati i primi segnali positivi. Ultimamente non faccio più previsioni, perché l'esperienza insegna che le risposte del mercato spesso sfuggono ad ogni logica. L'importante è ricordare che questo è un mondo estremamente appassionante, divertente e, perché no?, utile, e continuare a lavorare come abbiamo sempre fatto. ANCMA sta creando delle borse di studio, e per il 29 aprile, giorno del 100° compleanno di EICMA, a Milano si svolgerà il Forum G20 dell'industria delle Due Ruote, per mettere per la prima volta allo stesso tavolo tutti i maggiori player del settore".

In seguito ha preso la parola Mauro Giustibelli, che ha presentato le novità di questa sesta edizione: "Motodays vuol rappresentare tutto ciò che nel mondo delle due ruote è bellezza, è dinamismo, è divertimento, ma anche competizione. Ad esempio quest'anno abbiamo un nuovo contest fra i migliori stunt internazionali, da noi si svolgono concorsi nella realtà del custom, ma abbiamo anche le special di ieri e di oggi, le Vespa d'epoca... Insomma, Motodays si conferma come progetto trasversale. Per questo siamo sempre aperti ad accettare nuove iniziative che arrivino dal mondo delle due ruote: ci fa piacere essere considerati una piazza del mondo del motociclismo".

Prima di lui, è intervenuto Davide Giugliano, in rappresentanza dei piloti capitolini: "Venivo da un anno molto difficile, con dei bellissimi risultati che però non sempre erano possibili. I due quarti posti di Phillip Island portano un po' di buon umore per affrontare il resto del campionato. Quest'anno ci sono otto piloti ufficiali tutti potenzialmente in grado di vincere, e sia per noi che per chi ci vede da casa credo che sia molto bello. Tra l'altro il campionato si sta rinnovando, siamo tutti molto giovani e molto combattivi." ha esordito il #34, che ha poi aggiunto: "Motodays per me è motivo di lustro perché si svolge nella mia città. Io l'ho vissuto in due modalità diverse: prima da spettatore, quando da semplice appassionato andavo a vedere le novità e a vedere qualche pilota che fino a qualche temo fa avevo potevo incontrare solo in queste occasioni. E poi l'ho vissuto da professionista, grazie agli eventi che Motodays crea per far incontrare i piloti ai suoi visitatori. E' un punto di riferimento importante per le due ruote che a Roma mancava, è un evento che permette di vivere più facilmente la passione anche a chi proviene dal Sud, e questo non è un aspetto secondario in un momento economicamente così difficile".

Non resta ora che attendere l'apertura dei cancelli. GPOne sarà presente all'evento per seguire tutti gli stand presenti, oltre ad una novità che una casa in particolare (vi diamo un indizio: Rossa Bolognese) svelerà proprio in occasione di Motodays. Come sempre, anche durante questi giorni della Fiera, potrete interagire con noi attraverso la nostra pagina Facebook. Rimanete collegati!

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti